L’esercito dei truffati, trecento contro il “Madoff dei Parioli”

19 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Italiani raggirati dai broker, monta la rabbia. Stando a quanto riporta un articolo del Messaggero, sono in tutto trecento gli investitori che “si sono costituiti parte civile nel procedimento che vede Gianfranco Lande noto come il Madoff dei Parioli, ed altre 14 persone accusate di truffa e di ostacolo agli organi di vigilanza”.

Il gip Giulia Proto dovrebbe decidere il prossimo 2 dicembre sulla richiesta di rinvio a giudizio degli imputati, presentata dal pm Luca Tescaroli.

Lande è stato già condannato in primo grado a nove anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata all’abusivismo finanziario e a quattro anni e mezzo per un crac da 225 milioni di euro della società Egp France.

La truffa, di un valore di centinaia di milioni di euro, ha colpito vip e professionisti romani, che hanno affidato i loro risparmi al “Madoff italiano”.

E’ di pochi giorni fa la notizia che riguarda l’altro broker suicida, Giovanni Paganini Marana, broker romano titolare di una società di intermediazione mobiliare, uccisosi lo scorso 7 settembre a Roma.

Suicidio “re dei broker”, scatta il sequestro dei beni

Renato Zero e gli eredi Cadorna tra i clienti del broker suicida