JP Morgan batte stime: utili e ricavi oltre le aspettative

14 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Primo trimestre sopra le stime per JP Morgan Chase, che però non basta a risollevare le sorti di un mercato azionario preoccupato per l’impatto che il dollaro forte e il calo del petrolio possono aver avuto sulle trimestrali.

Tra gennaio e marzo, la banca Usa ha registrato utili per 5,91 miliardi di dollari o 1,45 dollari ad azione, contro le attese degli analisti che avevano messo in conti profitti per 1,40 dollari.

Si tratta di un risultato in crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando i profitti utili erano stati pari a 5,27 miliardi o 1,28 dollari ad azione. Nello stesso periodo, i ricavi sono aumentati a 24,82 miliardi da 23,85 miliardi un anno fa.

Anche in questo il caso il risultato è migliore delle attese che erano di un giro d’affari di 24,49 miliardi di dollari.

In calo le spese legali, scese a a 487 milioni di dollari dai 990 milioni nel periodo precedente. La banca è tuttavia ancora in trattative con le autorità di controllo per il suo coinvolgimento nello scandalo della manipolazione dei tassi di cambio sul mercato cambi.

Nel pre-borsa le azioni salgono dell’1,3% circa. Nell’ultimo anno, il titolo è salito del 12 per cento facendo meglio del settore finanziario che, nello stesso periodo, ha invece registrato un calo del 2%. (mt)