Economia

Italia e Russia alleati: governo contrario a proroga sanzioni

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

ROMA (WSI) – Ora che l’intervento militare massiccio delle truppe del Cremlino ha ribaltato la lotta anti ISIS in Siria, l’Italia si riscopre guarda caso alleato della Russia. Dalle ultime indiscrezioni pare che l’esecutivo abbia esercitato pressione affinché l’Unione Europea non approvi automaticamente la prevista proroga di sei mesi delle sanzioni internazionali contro Mosca.

Il governo ha chiesto in sede europea che venga invece intavolato un dibattito sulla questione calda delle sanzioni imposte dall’Occidente per punire l’interventismo di Vladimir Putin in Crimea, Ucraina e nei paesi del Baltico. Lo ha riferito la Rai, citando fonti diplomatiche. Secondo le fonti, “l’Italia ha informato la presidenza lussemburghese dell’Ue di opporsi alla proroga automatica delle misure restrittive a seguito della crisi ucraina”.

L’Italia, la cui rappresentante degli Esteri Federica Mogherini è al vertice anche del gabinetto a livello europeo, ha ottenuto un primo successo diplomatico. Dopo aver insistito sulla questione del dibattito, il governo ha ottenuto che l’annullamento dall’ordine del giorno sulla questione della proroga automatica delle sanzioni, che scadono il 31 dicembre.

Tutto dipenderà dal giudizio che il Comitato dei rappresentanti permanenti (Coreper) esprimerà in merito alla crisi in Ucraina, dove è in corso tuttora una guerra civile tra il governo filo europeo e i ribelli pro russi dell’Est.