Il roadshow di J.PMorgan AM guarda a Cina e mercati emergenti

7 Marzo 2019, di Alessandro Piu

Otto tappe su tutto il territorio italiano per parlare con i professionisti del risparmio delle opportunità di investimento in Cina e negli altri mercati emergenti. Il roadshow di J.P.Morgan AM partirà il prossimo 19 marzo da Torino per concludersi a Napoli l’11 aprile, passando per Verona (20 marzo), Treviso (21 marzo), Bologna (25 marzo), Roma (26 marzo), Catania (28 marzo) e Firenze (9 aprile).

Spunti di riflessione sui nuovi orizzonti per investire

Alfieri di JP Morgan AM

“Questi incontri sono un’importante opportunità per offrire ai nostri clienti degli spunti di riflessione sui nuovi orizzonti del reddito. In un mondo sempre più globale – afferma Lorenzo Alfieri, country head per l’Italia di J.P. Morgan Asset Management – bisogna sapersi spingere oltre i confini geografici e ampliare la ricerca del reddito verso nuovi mercati, come i mercati emergenti e la Cina, che possono offrirci ancora molto. A questo proposito, J.P. Morgan Asset Management può fare leva sulla propria presenza storica nell’area e sulla propria competenza nella gestione di fondi multi-asset focalizzati sulla generazione di reddito”.

Il contesto macro economico e le opportunità di investimento negli emergenti

Nell’attuale contesto macro economico sono diversi i fattori che in questo inizio d’anno sono posizionati a favore dei mercati emergenti e che, sommati ai fattori strutturali, rendono l’area particolarmente interessante. Se ne parlerà durante gli incontri con Maria Paola Toschi, global market strategist di J.P. Morgan AM che delineerà lo scenario macro economico dell’area emergente, e Emily Whiting, investment specialist del team di gestione emerging markets & asia pacific che approfondirà le opportunità di reddito dell’area e della Cina in particolare, nonché le sfide per il 2019.