Il mea culpa di Draghi: “Bce ha sbagliato” su fuga notizie

3 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La Bce fa mea culpa sulla mancata pubblicazione del testo del discorso del membro del Consiglio direttivo Benoit Coeuré. E lo fa tramite le parole di Mario Draghi.

Il banchiere ammette che la Banca centrale europea ha commesso un errore nel non diffondere il testo delle parole che Coeuré ha proferito ai grandi fondi hedge in un discorso a Londra, relative alla decisione dell’istituto di accelerare il programma di Quantitative Easing a maggio e giugno, in previsione della minore liquidità che caratterizza i mercati durante l’estate.

“Presto saranno varate nuove linee guida sulle regole da rispettare in occasione dei discorsi”.

LEGGI ANCHE:

“Bce accelererà QE a maggio e giugno”

Ai limiti dell’insider trading. Cosa dice la Bce negli incontri con gli hedge fund?

Lunedì 18 maggio del 2018 il membro del Consiglio direttivo della Bce Benoit Coeuré ha incontrato a Londra a porte chiuse i rappresentanti del mondo dell’alta finanza, in una cena al Berkeley Hotel. Tra i presenti funzionari senior di almeno cinque banche centrali.

La conferenza è stata organizzata inoltre da gruppi di ricerca, di cui uno finanziato dall’hedge fund Brevan Howard Asset Management. Sono questi i primi, “pochi eletti” a conoscere in anticipo le mosse della Bce e le decisioni sul QE. I comuni mortali le apprenderanno solo la mattina dopo.

(Lna-DaC)