Il 49% degli investitori crede in rottura euro

28 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il 49% degli investitori crede nella rottura dell’Eurozona. E’ quanto trapela dal sondaggio lanciato dal gruppo di ricerca tedesco Sentix, e dal relativo indice sulla rottura dell’euro, il Sentix’s Euro Break-up Index. L’indice è salito al 49% nel mese di aprile, contro il precedente 36,8%: quasi uno su ogni due investitori crede che l’area euro perderà almeno un paese membro nel corso dei prossimi dodici mesi.

Il valore è al record dall’estate del 2012, prima che il numero uno della Bce, Mario Draghi, promettesse di fare tutto il possibile per salvare l’euro.

Dal report risulta che “le promesse delle autorità politiche europee di mantenere la Grecia nell’euro non sono prese in considerazione da circa la metà di tutti gli investitori. Nel 2012, Mario Draghi calmò gli investitori impegnandosi nei confronti dell’euro. Ma la sua promessa è ancora valida per la Grecia, oggi?”.

Il sondaggio è relativo al periodo compreso tra mercoledì 23 e venerdì 25 aprile. (Lna)