Ho bisogno di un consulente finanziario?

2 Novembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Chi non desidererebbe avere al proprio fianco un esperto fidato che ci aiuti dare una direzione alla nostra vita finanziaria?  Cosa potrebbe aiutarci a capire se ne abbiamo bisogno? E  quando prendere in considerazione tale opzione?

Quattro domande per capire se affidarsi o meno ad un consulente finanziario.

Sei disposto a dedicare tempo per gestire le tue finanze?

 La pianificazione finanziaria non è necessariamente così complicata come alcune persone vorrebbero far credere. Certamente, farsi affiancare da un professionista può semplificare il processo. Sei pronto? Hai tempo e pazienza?

Stai attraversando un momento particolare della tua vita? Una fase di transizione? Hai ereditato del denaro o magari stai pensando di cambiare lavoro o ti sei sposato e hai messo su famiglia?

Durante queste situazioni può essere utile chiarire gli obiettivi e tracciare un piano (pianificazione finanziaria) per capire come arrivarci.

 

 

Sei tormentato dalla paura di commettere un errore?

 Perdere soldi è una sensazione terribile, ma alcuni di noi sono davvero terrorizzati da un evento simile. E purtroppo più la temiamo, più è probabile che agiremo in modo “autodistruttivo”. Banalmente, vendiamo quando il mercato scende o non investiamo affatto perché non siamo sicuri di cosa fare.

Un consulente potrebbe essere in grado di spiegare perché una determinata strategia di investimento è appropriata per te, fornirti suggerimenti e guidarti attraverso le decisioni in modo da non reagire impulsivamente.

Posso permettermelo?

Chiunque può permettersi un consulente finanziario (non sono richieste referenze o caratteristiche particolari).  Valuta le tue esigenze e il tuo budget e stabilisci con che tipo di consulente desideri lavorare. Chiunque tu stia considerando, ecco alcune domande da rivolgere al tuo professionista prima di sceglierlo:

  • Sei  vincolato ad una casa mandante? Alcuni hanno l’abitudine di consigliare prodotti adatti a te, ma in realtà sono incentivati ​​a venderli perché intascano commissioni.
  • Hai restrizioni su investimenti o prodotti assicurativi? Se un consulente lavora all’interno di una grande istituzione come una casa di intermediazione, potrebbe essere in grado di consigliare e vendere prodotti solo legati alla propria realtà assicurativa.
  • In che modo viene calcolata la tua retribuzione? Bisogna assolutamente che capisca quando e da chi viene pagato il tuo consulente per assicurarti che sia conforme agli standard del settore.