Harry e Meghan: quanto vale il loro patrimonio (e quello della famiglia reale)

10 Gennaio 2023, di Mariangela Tessa

Nel giorno in cui esce la tanto attesa autobiografia “Spare”, torna sotto i riflettori il patrimonio di Harry, duca di Sussex, già finito sotto osservazione dopo la morte della regina Elisabetta II, che lo ha escluso dall’eredità.

Secondo Celebrity Net Worth, il patrimonio netto di Harry e sua moglie Meghan , pur difficile da quantificare, oscillerebbe tra i 50 e i 100 milioni di dollari. La coppia, che oggi vive negli Stati Uniti, ha acquistato una grande villa a Montecito, in California, del valore di 14,7 milioni di dollari.

In un’intervista rilasciata a marzo del 2022 a Oprah Winfrey andata in onda su CBS, Harry aveva confermato di essere stato tagliato fuori finanziariamente dalla Casa Reale dopo la decisione, annunciata a gennaio 2020, di ritirarsi dagli incarichi pubblici della famiglia reale. E di poter quindi contare solo sull’eredità lasciatagli dalla madre, che secondo Forbes dovrebbe ammontare a 10 milioni di dollari, oltre a dividendi annuali che riceve dall’età di 25 anni per un importo di 450 mila dollari all’anno.

A questa cifra va aggiunto un fondo fiduciario di circa 19 milioni di sterline, ereditato insieme al fratello William. Il Guardian riferisce che i due hanno diviso circa 6 milioni di sterline all’età di 21 anni e che a Harry sarebbe andata la fetta maggiore per compensare il fatto di non diventare re. All’età di 40 anni dovrebbero accedere ad ulteriori 8 milioni di sterline.

Tutto questo ovviamente esclude i guadagni che la coppia ha accumulato negli ultimi anni nelle loro attività. Vale la pena citare gli accordi con Spotify, per lanciare podcast attraverso la società di produzione audio Archewell Audio, e con Netflix per produrre serie, film, documentari e programmi per bambini. Il contratto pluriennale firmato con il servizio di streaming ha un valore superiore ai 100 milioni dollari.

Il patrimonio della famiglia reale

Il patrimonio di Harry, per quanto sostanzioso, è poca cosa se paragonato a quello della casa reale. Secondo le stime di Forbes, la monarchia britannica nel suo insieme vale 88 miliardi di dollari. A gestire questo patrimonio, tra gli altri, è il private banking Coutts. Stando alle fonti ufficiali, le entrate dei membri della famiglia reale inglese provengono da: tasse, proprietà; emissione di francobolli e altre attività per sostenere la Corona britannica. In particolare le tasse provengono dal Sovereign Grant e dal Privy Purse:

  • Il Sovereign Grant Act, entrato in vigore nel 2012, è una sorta di sussidio pubblico erogato al monarca per continuare a svolgere i suoi compiti, coprire i costi degli eventi ufficiali e mantenere le proprietà reali. L’importo ricevuto rappresenta il 15% dei profitti realizzati ogni anno dal Crown Estate, un portafoglio finanziario di proprietà della Corona britannica che nessun monarca può vendere del valore di 8,1 miliardi di sterline (9,6 miliardi di euro). Nel 2020, la Regina Elisabetta aveva ricevuto dal Sovereign Grant 85,9 milioni di sterline (102,5 milioni di euro).
  • La Privy Purse è un reddito che il monarca riceve dalle proprietà del Ducato di Lancaster, proveniente da 4 tipi di asset: finanziari, agricoli, commerciali e residenziali, che fanno parte della corona dal 1399. Alla fine di marzo 2021, il Ducato di Lancaster aveva 577,3 milioni di sterline di attivi sotto il suo controllo ed era in grado di generare un surplus netto di 22,3 milioni di sterline (26,5 milioni di euro), riporta il sito del Ducato. La famiglia reale ha dichiarato che sono utilizzati per le spese ufficiali. A queste fonti pubbliche, si aggiungono i castelli di Balmoral e Sandringham.

L’evoluzione degli asset della famiglia reale inglese

Secondo Statista, in soli 10 anni (dal 2011 al 2021), gli asset della famiglia reale inglese sono lievitati da 21,1 a 78,4 milioni di sterline.

Attualmente, il suo principale asset è la liquidità, per un valore di 60,7 milioni di sterline, seguito da immobili (30,4 milioni di sterline).