Grillo: debito unica cosa che cresce in Italia. Deve essere rinegoziato

12 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Una rinegoziazione del debito italiano. Stando a quanto riporta Bloomberg, il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, afferma da Trento che “il debito deve essere rinegoziato, così come anche gli interessi sul debito”. Anche perchè, sottolinea, “se le cose rimangono come sono, in questo paese non ci sarà una crescita per 10 anni”.

Il debito sta crescendo, è l’unica cosa che cresce in Italia – sottolinea – è una oscurità che ha oppresso e sta opprimendo i cittadini comuni”.

L’articolo di Bloomberg mette in evidenza che Grillo ha guadagnato terreno sia su Pier Luigi Bersani che sulla coalizione guidata dall’ex premier Silvio Berlusconi, al momento secondo.

Il riferimento è al sondaggio condotto dall’istituto SWG, secondo cui il sostegno per il Movimento 5 Stelle è cresciuto al 18,8% (dati 8 febbraio) rispetto al 15,9% del sondaggio precedente dell’11 gennaio; i dati hanno messo in evidenza anche un calo -1,1% al 33,8% per Bersani e un guadagno +2,5% per Berlusconi, nello stesso arco temporale.

GUARDA IL BALLOMETRO DI SERVIZIO PUBBLICO, IN CUI LE BUGIE DI GRILLO VENGONO VERIFICATE DALLA REDAZIONE

Il fondatore del Movimento 5 Stelle (qui il programma) aveva già avvertito: “Apriremo il Parlamento come una scatola di sardine e renderemo le leggi comprensibili”. Per loro, (ovvero i partiti esistenti) “sarà la morte”.