Grecia, servono nuovi aiuti. Merkel bugiarda?

12 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Gli aiuti che finora la troika ha erogato alla Grecia, imponendo pesanti condizioni che hanno mandato sul lastrico le famiglie del paese, non bastano. E’ quanto sostiene la Bundesbank, Banca centrale tedesca, stando a quanto riportato dal settimanale Der Spiegel.

Secondo le indiscrezioni, Atene avrà bisogno di aiuti aggiuntivi sotto forma di prestiti da parte delle altre economie dell’Eurozona, entro l’inizio del 2014 al massimo.

Il report della Bundesbank potrebbe scatenare un nuovo dibattito in Germania e mettere a rischio la reputazione e l’affidabilità delle dichiarazioni della cancelliera Angela Merkel che, in piena campagna elettorale, starebbe secondo i critici minimizzando il rischio di un nuovo aiuto da erogare alla Grecia, per mantenerla in vita. In particolare, il suo sfidante diretto Peer Steinbrueck l’ha già accusata di star nascondendo la verità.

La Grecia ha ricevuto due bailout dall’Unione Europa e Fmi, del valore totale di $240 miliardi, ritirando il 90% dei finanziamenti, che scadono alla fine del 2014. Nel documento ottenuto da Der Spiegel, si legge che la Bundesbank prevede che “i governi europei certamente raggiungeranno un accordo per erogare nuovi aiuti alla Grecia”, al massimo entro l’inizio del 2014.

,(in fase di scrittura)