Grecia dovrà ricorrere a un altro piano di aiuti

20 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – Le misure draconiane di austerity imposte in Grecia non sono ancora sufficienti. Il ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schauble ha ammesso che Atene dovrà ricorrere a un nuovo piano di aiuti esterni, il terzo da quando è scoppiata la crisi del debito nell’area euro.

La somma sarà inferiore a quella dei precedenti programmi di sostegno esterno e servirà a colmare un improvviso e inaspettato gap di fondi.

“Ci sarà un altro programma in Grecia“, ha detto il ministro durante un intervento nella parte settentrionale della Germania. Le dichiarazioni pronunciate in campagna elettorale saranno probabilmente accolte con sfavore in patria, in vista delle elezioni generali del 22 settembre.

In Atene intanto un funzionario del ministero delle Finanze ellenico ha detto all’agenzia di stampa Reuters che un nuovo programma di salvataggio si occuperà di coprire i buchi di bilancio che si apriranno nel periodo 2014-2016.

In un’intervista concessa alla Frankfurter Allgemeine il ministro tedesco ha aggiunto che non ci sarà un nuovo taglio del debito greco.