Google crolla in borsa, azione sospesa per 2 ore e 1/2

18 Ottobre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il titolo Google perde circa il 10% a Wall Street (687.39 -68.10 pari a -9.01%) dopo la pubblicazione in anticipo, per errore, sul sito della Sec dei risultati per il terzo trimestre fiscale. L’azione e’ stata sospesa per 2 ore e 1/2, e ha riaperto a $687 per poi chiudere a 695.00, in ribasso 60.49 (-8.01%). Nel periodo della trimestrale il motore di ricerca ha riportato un fatturato di 14,10 miliardi (+45% rispetto al 2011) a fronte di un utile netto di 2,18 miliardi, in flessione dai 2,73 miliardi di un anno fa. Risultati che appaiono inferiori alle attese dei mercati.

I conti di Google erano attesi dopo la chiusura di Wall Street, ma il colosso di internet ha sorpreso pubblicando la trimestrale a metà giornata, facendo crollare il titolo del 10% e facendo sospendere le contrattazioni per eccesso di ribasso.

L’azienda ha registrato nel terzo trimestre un calo degli utili a 2,18 miliardi di dollari, o 6,53 dollari per azione, dai 2,73 miliardi, o 8,33 dollari per azione, dell’anno precedente. Il fatturato è invece sceso a 14,1 miliardi di dollari, dai 9,72 miliardi precedenti.

È di RR Donnelley, la società specializzata nella stampa dei risultati trimestrali, la colpa del clamoroso scivolone che ha coinvolto oggi Google. Lo chiarisce lo stesso motore di ricerca in una mail inviata ai media. «RR Donnelley ci ha informato di aver depositato alla Sec il documento 8K sui risultati senza autorizzazione. Abbiamo cessato le attività di trading sul Nasdaq mentre lavoriamo alla finalizzazione del documento. Una volta che sarà completato, pubblicheremo ufficialmente i risultati e riprenderemo il trading sul Nasdaq». Google conferma inoltre che terrà come previsto la conferenza stampa sui risultati alle 13,30 ora di Los Angeles, le 22,30 in Italia.

RR Donnelley è un fornitore globale di servizi integrati di comunicazione con oltre 60mila clienti. Nella presentazione delle sue attività, Donnelley spiega di lavorare con la clientela per sviluppare soluzioni che riducono i costi, contribuiscono alla crescita dei risultati, aumentano il ritorno sugli investimenti e assicurano la compliance con le regole finanziarie. Fondata nel 1864 a Chicago, RR Donnelley & Sons dà lavoro a 58mila dipendenti a tempo pieno ed é quotata sul Nasdaq dove oggi perde il 2,58%. La sua capitalizzazione di mercato è pari a 1,88 miliardi di dollari.