GM passa dalle stalle alle stelle. Raggiunti utili record nel 2011

17 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Dalle stalle alle stelle. General Motors riemerge dalla bancarotta nel 2009 e in meno di tre anni registra utili record. Nonostante il rallentamento nel quarto trimestre del 2011, nell’intero anno i profitti raggiungono $7,6 miliardi, un gran balzo rispetto ai $4,7 miliardi del 2010. A seguito dell’annuncio il titolo vola +8,99% e il prezzo sale a $27,17.

Solo gli utili operativi raggiungono $7,4 miliardi, dunque a riflettere l’ottimo stato di salute del business core della società. Le entrate nel 2011 registrano +11%.

Periodo nero l’ultimo trimestre 2011, con gli utili per azione calati a $0,28, rispetto a $0,31 l’anno precedente.

“Siamo cresciuti nelle nostre varie operations, abbiamo aumentato le nostre quote nei mercati globali e fatto diversi investimenti strategici in giro per il mondo”, ha commentato Dan Akerson, chairman e Ceo della società.

Ma la vera forza della società sembra rimanere ancora il mercato interno, il Nord America, dove lo scorso anno sono aumentate le vendite nonostante il rialzo dei prezzi delle vetture. Qui GM ha ottenuto $7,2 miliardi, rispetto a $5,7 miliardi nel 2010. In Europa invece, registrate perdite per $747 milioni, di cui $600 milioni solo nell’ultimo trimestre.