Germania: l’industria è ferma

7 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – Crescono i timori che il motore tedesco si sia ingolfato dopo il forte calo a sorpresa della produzione delle fabbriche tedesche a maggio.

L’output è sceso dell’1,8% rispetto al mese precedente. Secondo gli analisti a pesare stono stati i rischi geopolitici e le festività del primo lunedì di maggio per le banche.

È quanto informa Bloomberg secondo cui il mercato scommetteva invece per un risultato invariato.

Si tratta del terzo mese consecutivo di ribassi per la produzione industriale. Ad aprile il dato aveva segnato infatti un calo dello 0,3%.

Gli economisti di Commerzbank dicono che probabilmente l’economia tedesca, la maggiore d’Eurpa, resterà piatta nel secondo trimestre. Ciò vuol dire che “gli altri Paesi dell’area euro e la Bce non devono fare troppo affidamento sul motore tedesco per questa parte dell’anno”.