G5, Obama vede leader Ue: “Avanti con trattato Ttip”

25 Aprile 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Barack Obama ha appena incontrato a Hannover i leader dei quattro paesi più potenti d’Europa, Regno Unito, Germania, Francia e Italia, per parlare di Brexit, crisi rifugiati, geopolitica e sopratutto commercio internazionale.

“Gli Usa e il mondo hanno bisogno di un’Europa forte“, ha dichiarato il presidente Usa all’apertura della fiera della città tedesca, la Hannover Messe, la più grande fiera dell’industria del mondo.

L’Unione Europea, secondo l’inquilino della Casa Bianca giunto al suo ultimo mandato, è “una delle maggiori conquiste economiche e politiche dell’era moderna”. Dopo la Seconda Guerra Mondiale “nessun paese europeo ha preso le armi contro un altro: non è accaduto per caso”.

“In Germania più che in qualsiasi altro posto nel mondo avete imparato che quello di cui c’è bisogno nel mondo non sono muri”, ha aggiunto citando anche il Papa: “Papa Francesco ha detto che i profughi non sono numeri, ma sono persone, che hanno volti e storie”.

Il presidente Usa ha anche invitato tutti a comprare prodotti made in Usa e gli imprenditori ad aprire stabilimenti produttivi negli Stati Uniti, che sono pronti ad accoglierli «a braccia aperte».

“Qui al padiglione statunitense – dice dal podio al fianco della Cancelliera Angela Merkel prima di iniziare il giro dei padiglioni – siamo orgogliosi di mostrare i prodotti dell’innovazione americana. Vedrete compagnie che stanno cambiando il modo in cui viviamo, in cui impariamo e in cui lavoriamo. È l’occasione per dire a tutti venite qui e comprate made in America”.

“È per questo che le aziende dovrebbero scegliere gli Stati Uniti d’America per lavorare. Troverete qui nel nostro padiglione Stati, città e comunità pronti ad accogliervi a braccia aperte”.

Campagna di Obama pro trattato di libero scambio

Il presidente Obama ha trasformato l’invito della Cancelliera tedesca Merkel a visitare la Messe di Hannover in una opportunità per rilanciare la Ue, partendo dalla promozione della Trans-Atlantic Trade and Investment Partnership (Ttip). E ieri, durante l’incontro con Merkel nella vecchia residenza reale di Schloss Herrenhausen, il centro della discussione è stata la crisi che attraversa l’Europa, dai problemi economici a quelli della sicurezza.

Obama, all’ultimo giorno della sua visita in Germania, prima di ripartire sta incontrando in un vertice informale i leader di Francia, Germania, Italia e Gran Bretagna per un vertice su terrorismo e immigrazione, una sorta di G5 informale: attesi Matteo Renzi, Francois Hollande e David Cameron.

Prima del G5, il presidente del Consiglio italiano ha avuto una conversazione telefonica con il primo ministro libico Fayez al-Serraj. Al centro del colloquio nel giorno precedente alla riunione ‘Quint’ di oggi nel castello di Herrenhausen, c’è stata la situazione in Libia.