Borsa Milano a fondo, timori su Veneto Banca. Euro volatile

3 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

MILANO (WSI) – Complici i nuovi cali dei titoli bancari, per paura del fallimento delle quotazione in Borsa di Veneto Banca dopo il flop di Pop Vicenza, Piazza Affari è stata messa sotto pressione dai ribassisti, con l’indice Ftse Mib che ha chiuso sotto la soglia degli 18.000 punti. Azionario asiatico per lo più positivo, con l’indice di Sidney che ha guadagnato oltre +1%, dopo che la Reserve Bank of Australia, a sorpresa, ha tagliato i tassi al minimo record dell’1,75%.

I dati deludenti arrivati dal fronte macro e in particolare della Cina sono stati snobbati dall’Asia ma non in Europa e Usa dove aumentano i timori di un rallentamento della domanda e dell’economia globale. Reso noto l’indice PMI stilato da Caixin, per il mese di aprile, sceso a 49,4 dai 49,7 di marzo. Il calo è avvenuto per il 14esimo mese consecutivo, e ha portato il dato al di sotto dei 49,9 punti attesi da Reuters.

Dal fronte aziendale, l’attenzione è sui bilanci di alcune banche, come UBS, che ha assistito nel primo trimestre a un calo degli utili del 64%, facendo peggio delle attese. Resi noti anche i risultati di Commerbank, BNP Paribas e HSBC, che – come le rivali che le hanno precedute nella pubblicazione dei bilanci – hanno dovuto fare i conti con la flessione dei volumi di trading.

In ambito di materie prime, il petrolio è in crescita, con il contratto WTI Crude attorno a $55 e il Brent al di sopra di $46. Sul valutario, focus sull’euro, che ieri ha superato anche la soglia di $1,15, attestandosi al massimo in nove mesi. Prosegue la corsa della moneta unica, che ora oscilla attorno a $1,1560.

Occhio anche al calo del dollaro australiano, che è sceso fino a $0,7572, dopo aver viaggiato attorno a $0,77 prima dell’annuncio. Prosegue la corsa dello yen, con il rapporto dollaro/yen in calo sotto JPY 106. Subito dopo la mossa a sorpresa della Reserve Bank of Australia, l’indice di Sidney ASX 200 ha guadagnato +1,53%, rispetto al +0,55% precedente l’annuncio. La sensazione prevalente dei mercati è che la banca centrale sia stata costretta ad agire nel tentativo di alimentare la ripresa dell’economia.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20168:56

La banca francese BNP Paribas ha assistito nel primo trimestre dell’anno a un rialzo degli utili netti a $1,814 miliardi di euro, pari a +10%. Il fatturato si è attestato a 10,844 miliardi di euro, in calo -2% su base annua, ma meglio delle attese di 10,556 miliardi di euro.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20168:57

Performance positiva per i futures sugli indici azionari europei.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20168:58

Il rapporto dollaro/yen scende sotto quota JPY106, al minimo dall’ottobre del 2014, stando ai dati di Reuters.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:00

Attenzione al titolo Apple, che sta soffrendo a Wall Street la fase ribassista più lunga in 18 anni. Ieri il titolo ha chiuso in ribasso per l’ottava sessione consecutiva. Il sell off è stato scatenato dalla pubblicazione del bilancio, che ha messo in evidenza il calo su base trimestrale mai accusato nella sua storia, delle vendite di iPhone.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:00

Il trend del dollaro contro le principali valute.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:02

BMW ha assistito a un rialzo degli utili al lordo delle tase di 2,37 miliardi di euro, in linea con le attese e in crescita +4,4%. Confermato l’outlook per il 2016. Negli ultimi 12 mesi, il titolo BMW ha tuttavia perso oltre -23%.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:03

UBS apre in calo di oltre -3,5%, dopo che la banca ha avvertito che l’avversione al rischio dei clienti rimarrà ancora per un po’ di tempo. 

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:34

BNP Paribas sale +3,6% dopo la pubblicazione del bilancio.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:35

Indice azionario Dax della borsa di Francoforte capitola al di sotto della soglia di 10.000 punti, zavorrato da alcuni titoli come Lufthansa, BMW e Commerzbank. Quest’ultima è sotto pressione dopo aver reso noto utili dimezzati nel primo trimestre.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:36

Il forte calo del titolo Commerzbank sulla borsa di Francoforte.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:36

I titoli migliori dell’indice di riferimento dell’azionario europeo Stoxx Europe 600.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:37

L’euro ha testato brevemente il record dall’agosto del 2015, salendo fino a $1,1572.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 20169:38

Titoli peggiori dell’indice dell’azionario europeo Stoxx 600.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201610:06

Prosegue la discesa del dollaro, fattore che porta l’euro a volare fino a $1,16.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201610:06

Il calo del dollaro ha un effetto positivo sulle quotazioni del petrolio.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201610:47

L’indice della Borsa di Londra Ftse 100 testa il minimo in tre settimane.

The FTSE 100 this year
Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201610:48

Sotto pressione sull’azionario europeo soprattutto i titoli di società attive nel comparto delle materie prime, che accusano la debolezza dell’indice manifatturiero della Cina.

FTSE 100 top fallers today
Daniele Chicca 3 Maggio 201611:09

Se si guarda all’andamento sul valutario del cambio euro dollaro, pare che il mercato non preveda nuove mosse espansive monetarie da parte della Bce. L’euro è infatti salito sopra $1,16 ai massimi di nove mesi sul dollaro.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201611:35

Forte peggioramento di Piazza Affari, che cede -2,11%, a 18.032,14 punti. Tornano pesanti le vendite sulle banche, con Mps che perde oltre -5%, BP quasi -4%, Bper e BPM -3% circa, Intesa SanPaolo -2,11%, Mediobanca -2,22%, Ubi Banca -3,92%, Unicredit -3,45%. Tra i titoli di altri settori Cnh Industrial oltre -4%, Eni -1,79%, FCA -1,62%, molto male Saipem, che registra una perdita supeiore a -4%, Tenaris -3,79%.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201611:37

Dietrofront per i prezzi del petrolio, con il contratto WTI che cede -0,89%, a $44,38 e il Brent che scivola -0,89%, a $45,42. Oro in rialzo, +0,42%, a $1.296,99.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201611:39

Sul mercato dei titoli di stato, lo spread BTP-Bund è ingessato a 128 punti base circa, a fronte di tassi sui BTP decennali attorno all’1,53% e tassi sui Bund tedeschi a 10 anni sotto pressione, allo 0,24%.

Daniele Chicca 3 Maggio 201614:22

Da ieri il settore bancario è sotto pressione a Piazza Affari, complice il fallimento dell’operazione di sbarco in Borsa di Pop Vicenza. Il mercato teme ora che possa fallire anche la quotazione di Veneto Banca e che il fondo Atlante debba farsi carico anche di questo istituto dopo che si è trovato sulle spalle l’intera Vicenza.

La paura dei trader è che il veicolo privato, che ha raccolto 4,25 miliardi di euro contro i 6 previsti, non abbia più munizioni sufficienti per smaltire la montagna di sofferenze bancarie degli altri istituti di credito. In Europa calano molto anche Commerzbank e UBS dopo la pubblicazione di conti deludenti.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201616:16

Forti vendite a Wall Street. L’indice Dow Jones cede quasi -200 punti.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201616:18

Vendite scatenate sul titolo della banca Commerzbank, che ha visto i propri utili ridursi della metà nel primo trimestre dell’anno. Le quotazioni crollano di oltre -8%.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201616:19

Tornano i timori sull’eccesso di offerta sul mercato del petrolio. Sia il contratto WTI che il Brent sono in perdita.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201616:20

Prosegue la fuga degli investitori dal dollaro. Il Dollar Index testa il minimo dal gennaio del 2015, ed è in calo del 7% rispetto al massimo testato nel 2015, a 100,51. Al momento è scambiato attorno a quota 92.

Laura Naka Antonelli 3 Maggio 201616:24

Sul valutario, l’euro scende al di sotto della soglia di $1,16, superata durante la mattinata. La moneta unica lima i guadagni e al momento è piatta sul dollaro, a $1,1540. Si smorza anche la corsa dello yen, con il rapporto dollaro/yen che cede -0,39%, a JPY 105,99.

Daniele Chicca 3 Maggio 201617:48

La Borsa di Milano ha chiuso in calo del 2,46% fallendo il tentativo di tenere almeno la soglia psicologica dei 18.000 punti. Hanno pesato i timori sulle banche e sullo stato di salute dell’economia mondiale. Spread tra Btp e Bund a 134. L’euro chiude in calo a 1,15 sul dollaro.