Fuga capitali? Putin: da Usa se ne vanno miliardi di Apple

di Redazione Wall Street Italia
14 Giugno 2013 07:18

NEW YORK (WSI) – Il problema della fuga di capitali non riguarda solo la Russia, tanto è vero che anche la Apple “tiene decine di miliardi di dollari guadagnati negli Usa al di là dei confini fiscali americani”. Così il leader del Cremlino Vladimir Putin in un’intervista all’agenzia di stampa Ria Novosti, anticipata in esclusiva per l’Italia da TMNews, a pochi giorni dal Vertice che si terrà a Lough Erne, Irlanda del Nord, il prossimo 17-18 giugno.

Secondo Putin, il problema dell’offshore è generale, “riduce la base fiscale, fa diminuire le entrate e pone a rischio la sovranità fiscale degli stati. Su questo sfondo è difficile parlare della costruzione di un giusto sistema di tassazione”. Per poi aggiungere: “Abbiamo visto tutti quanti come il capo della Apple rispondeva alle poco piacevoli domande dei senatori” Usa.

Il presidente russo, considerato da Foreign Policy l’uomo più potente al mondo, sottolinea inoltre che “sulla situazione con le zone offshore sotto la giurisdizione della Gran Bretagna, ha attirato l’attenzione il padrone di casa del G8, David Cameron. Il premier britannico lavora coerentemente all’aumento della trasparenza della tassazione, non solo nel mondo, ma anche nel suo Paese”.
(TMNews)