FTX, il nuovo ceo valuta il suo rilancio

19 Gennaio 2023, di Gianmarco Carriol

Il nuovo ceo di FTX, John J. Ray III (nella foto sopra), sta valutando la possibilità di rilanciare l’exchange di criptovalute in bancarotta, secondo un’intervista rilasciata al WSJ. Ray, che in precedenza ha gestito la ristrutturazione di Enron, ha dichiarato che i clienti hanno lodato la tecnologia di FTX e che potrebbe valere la pena rilanciare l’exchange, nonostante le accuse di cattiva condotta criminale da parte dell’ex ceo di FTX Sam Bankman-Fried e di altri dirigenti.

“Tutto è sul tavolo”, ha dichiarato Ray al WSJ, aggiungendo:

“Se c’è un percorso da seguire su questo, allora non solo lo esploreremo, lo faremo. La decisione finale dipenderà dal fatto che il riavvio dell’exchange internazionale di FTX recuperi di più per i clienti rispetto alla semplice liquidazione delle attività o alla vendita della piattaforma”.

Nell’intervista, Ray ha anche bollato i commenti di Bankman-Fried ai media e altrove come inutili. L’ex ceo ha affermato che FTX non aveva bisogno di presentare domanda per il Chapter 11 ed è stato critico nei confronti delle decisioni di Ray. “Non abbiamo bisogno di dialogare con lui”, ha dichiarato Ray. In un messaggio al “Wall Street Journal”, Bankman-Fried ha risposto:

“Questo è un commento scioccante e schiacciante da parte di qualcuno che finge di preoccuparsi dei clienti”.

Il token dell’exchange, FTT, è stato scambiato in rialzo del 33% su Binance. Questa notizia dimostra che gli investitori stanno seguendo con attenzione come si evolverà la vicenda di FTX.