Fondo Elliott: chi è Paul Singer, nuovo proprietario del Milan

13 Luglio 2018, di Mariangela Tessa

Il fondo d’investimento statunitense Elliott, con sede a New York, ha comunicato martedì sera che Project RedBlack, la società lussemburghese che controlla e che ha creato per finanziare il Milan, ha ottenuto la proprietà e quindi il controllo della società che fino a oggi ha detenuto la maggioranza del club, la Rossoneri Sport Investment Luxemburg dell’investitore cinese Yonghong Li. Il fondo Elliott è quindi a tutti gli effetti il nuovo proprietario del Milan.

Come promemoria, l’hedge fund di Paul Singer ha giocato un ruolo chiave nel permettere a Li di concludere l’acquisto di 740 milioni di euro della squadra di calcio italiana, che è stata venduta dalla Fininvest di Silvio Berlusconi nell’aprile 2017, fornendo finanziamenti dell’ultimo minuto. Elliott ha prestato a Li 303 milioni di euro per completare l’acquisto “e ha fornito altri 32 milioni di euro per aiutare il club a risolvere una disputa con la UEFA.”

La misura della sua tenacia è arrivata nel 2012 da un braccio di ferro con il governo argentino in default sul debito. Singer chiedeva un rimborso del suo debito sovrano più elevato del 30% offerto ai creditori. Un giudice aveva accolto la sua richiesta di sequestro di tre navi da guerra argentine all’ormeggio in Ghana, con tanto di equipaggio a bordo, come garanzia delle obbligazioni governative.

Tornando al Milan, dal momento che la gestione di una squadra di calcio non è la specialità principale dell’investitore, molti si chiedono se Singer cederà il club a un altro gruppo o se invece lo terrà, tentando una ristrutturazione. Singer ha assicurato che rimarrà finché il Milan non tornerà nel “pantheon dei migliori club europei”.

Se c’è un club che ha bisogno di essere rimesso in sesto quello è l’AC Milan: sin dalla sua acquisizione da parte di investitori cinesi (in gran parte sconosciuti), che stavano semplicemente cercando uno schema veloce per parcheggiare alcuni fondi al largo, i problemi di Milano sono cresciuti a tal punto che la UEFA ha dichiarato che la squadra “ha infranto le regole del fair play finanziario a causa delle incertezze relative allo sforzo della squadra di rifinanziare il prestito fornito da Elliott”. Per questo motivo, il Milan è stato bandito dalla competizione europea.

Nel frattempo, la squadra di calcio ha ingaggiato Bank of America Merrill Lynch per rifinanziare il debito della squadra e, secondo Bloomberg, nelle ultime settimane il club ha attratto investitori disposti ad acquistare partecipazioni di controllo, anche se non sono stati stipulati accordi.

Tra i possibili compratori figurano il magnate dei media italo-americani Rocco Commisso e la famiglia Ricketts, che è proprietaria della squadra di baseball Usa dei Chicago Cubs, laureatasi campione delle Major League due anni fa.

Il fondo Elliott ha già investimenti in Italia, con partecipazioni azionarie in Telecom Italia e Ansaldo Sts.