Fmi: in Italia ripresa più graduale, outlook Eurozona “deteriorato”

6 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La ripresa dell’economia sarò “più graduale” sia in Italia che in Francia. E’ quanto rende noto lo staff del Fondo monetario internazionale, in una notan che precede il G20 che si svolgerà ad Istanbul, Turchia, il 9 e 10 febbraio prossimi.

Gli esperti dell’Fmi aggiungono che “il miglioramento del mercato del lavoro sosterrà la domanda interna” in Germania e che in Spagna inoltre la “graduale ripresa della domanda dovrebbe continuare”.

Per l’Italia, il Fondo -come da ultime stime – prevede un prodotto interno lordo +0,4% nel 2015 e +0,8% nel 2016, rispetto a -0,4% relativo al 2014, -1,9% nel 2013 e -2,3% nel 2012.

L’Fmi parla in generale dell’Europa e di un outlook economico che si è “deteriorato”, precisando che la flessione delle quotazioni del greggio “potrebbe spingere al ribasso le aspettative già in calo dell’inflazione”.

Ancora, la “stagnazione e l’inflazione bassa restano fonte di preoccupazione nell’Eurozona”, così come in Giappone. “L’attività economica sarà sostenuta dalla flessione dei prezzi del petrolio, da ulteriori manovre di allentamento monetario, una politica fiscale più neutra e dal recente calo dell’euro”. Ma allo stesso tempo “gli investimenti saranno in affanno”.