Finlandia: “Oltraggioso” superbonus a manager Nokia

25 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

HELSINKI (WSI) – Da Alitalia a Nokia la musica non cambia. In Finlandia come in Italia la vendita dei “gioielli di famiglia” dell’industria innesca polemiche roventi. Se nella Penisola ci si interroga sul piano di cessione del controllo di Telecom Italia alla spagnola Telefonica, e sull’ipotesi di consegnare Alitalia a Air France Klm, nel paese scandinavo a tenere banco è ancora la vendita del gigante dei cellulari Nokia all’americana Microsoft.

E in questo caso il bersaglio delle proteste ha un nome ben preciso: Stephen Elop, l’amministratore delegato uscente. Soprattutto il bonus plurimilionario che si è aggiudicato orchestrando la vendita: ben 18,8 miliardi di euro.

E non ha certo aiutato a svelenire il clima il fatto che, secondo il ‘Financial Times’, la società finlandese abbia dovuto rettificare alcune precedenti dichiarazioni, ammettendo che il superbonus ricevuto dal manager straniero (Elop è stato il primo non finlandese a capitanare Nokia) non ha precedenti nella sua storia. Alcuni giorni prima era stato invece asserito che si trattava di una cifra analoga a quella ottenuta dal predecessore, Olli-Pekka Kallasvuo.

Non è così: la gratifica elargita a Elop rappresenta un record assoluto, anche se nei tre anni della sua gestione la società ha visto il valore del titolo calare pesantemente. E nemmeno serve a addolcire la pillola il fatto che al 70 per cento questo bonus gli verrà corrisposto da Microsoft, la società da cui proviene a alla quale tornerà. E di cui è tra i candidati di punta per rilevarne la guida quando Steve Ballmer lascerà. Semmai questi particolari rendono più arduo il compito di allontanare i timori di conflitti di interesse che pure Nokia ha assicurato di voler scongiurare.

Tanto che nella gelida Finlandia, perfino il ministro delle Finanze e il premier Jyrki Katainen, solitamente attentissimi a non intromettersi nelle questioni riguardanti le decisioni del settore privato, hanno ritenuto di dire la loro sulla questione. Katainen ha eloquentemente definito le gratifiche “oltraggiose”.
(TMNews)