Fineco spinge ancora, ad aprile raccolta netta a 949 milioni

6 Maggio 2021, di Lorenzo Manusardi

Continuano su ottimi trend di crescita i dati di fine aprile forniti da Fineco Bank, che continua a spingere sulla raccolta, privilegiando il gestito, mentre cala la liquidità, in linea con una politica di incentivo all’investimento e confermando la nuova dimensione del percorso di crescita intrapreso.

I numeri dicono che la raccolta netta ad aprile dei consulenti finanziari e della banca diretta è stata di € 949 milioni (in linea con i € 959 milioni di un anno fa) pur senza il ricorso a politiche commerciali di breve periodo, mentre la raccolta da inizio anno è di € 4,3 miliardi.
La componente gestita spicca nell’asset mix, con € 904 milioni (+36% dai € 664 milioni di aprile 2020) pari al 95% della raccolta complessiva, mentre da inizio anno è di € 2,8 miliardi.
La componente amministrata si è attestata a € 667 milioni, mentre la diretta ha registrato una lieve contrazione a € -622 milioni. I ricavi del brokerage da inizio anno sono stimati in circa € 82 milioni (-4% a/a), mentre per aprile si attestano a circa € 17 milioni (-22% a/a), questo anche a causa della ridotta volatilità e della diminuzione dei volumi sul mercato. Tuttavia, se si paragonano con periodi di volatilità simile del passato, risultano superiori di circa il 50%, e questo anche grazie a un ampliamento della base di clienti e alla continua innovazione e qualità dell’offerta.

La soddisfazione dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fineco Alessandro Foti punta infatti su diversi fattori: qualità dell’offerta, l’ottima crescita di Fineco Asset Management, l’ampliamento della base di clientela e l’ulteriore crescita del Private Banking.
I dati di raccolta si confermano solidi in aprile, mantenendosi in linea con quelli già ottimi dello scorso anno per quanto riguarda i valori assoluti e migliorandone ulteriormente la qualità. Il contributo estremamente rilevante di Fineco Asset Management, che ha registrato un nuovo record di raccolta mensile, ne evidenzia la capacità di innovare costantemente l’offerta. Positivi infine i dai circa l’ampliamento della clientela che utilizza il servizio con finalità di investimento ha consentito di mantenere i ricavi a un livello più alto rispetto a fasi di mercato simili del passato”.

Fineco, nuovo record di raccolta per FAM

In aprile Fineco Asset Management si attesta a € 513 milioni di raccolta retail, che è di fatto il nuovo massimo storico mensile. Importante valutare l’interesse della clientela che ha apprezzato l’offerta qualitativa dei nuovi prodotti: il nuovo prodotto della famiglia Fam Target che permette di investire gradualmente sul mercato cinese; e poi le altre soluzioni offerte in delega di gestione. Al 30 aprile 2021 FAM gestiva masse per € 18,6 miliardi: € 12,1 miliardi nella componente retail (+48% a/a) e € 6,5 miliardi in quella istituzionale (+30% a/a).

Ancora in aumento la clientela

Anche questo è un trend che si conferma  in decisa accelerazione ad aprile. Sono 10.084 i nuovi clienti acquisiti (+39% a/a), portando il numero di clienti totali a quasi 1,4 milioni.
Il dato sembra essere contestuale all’aumento dei total financial asset relativi ai nuovi conti aperti dopo l’introduzione dello smart repricing nel 2020.

Ulteriore crescita del Private Banking

Il Patrimonio totale ha raggiunto € 98,6 miliardi, in crescita del 25% rispetto ad aprile 2020. Sono salite in particolare le masse nel Private Banking, raggiungendo € 42,8 miliardi, con una crescita del 39% rispetto a € 30,9 miliardi di aprile 2020. Ad aprile, i Guided Products & Services registrano una raccolta di € 888 milioni, rispetto a € 476 milioni dello stesso periodo del 2020. È invece salita al 74% l’incidenza rispetto al totale AuM (al 72%, un anno fa).