Finanza.tech, i vantaggi del fintech per la finanza d’impresa

17 Novembre 2021, di Massimiliano Volpe

Tecnologia e finanza vanno sempre di più a braccetto nel cosiddetto mondo fintech. Per capire come muoversi in questo scenario e scoprire i nuovi servizi fintech a disposizione di aziende e privati Wall Street Italia ha parlato con Fabio Pisano, responsabile marketing di Finanza.tech. La società ha da poco lanciato una piattaforma fintech che consente di incrociare i bisogni finanziari delle imprese e gli investitori.

 

“La tecnologia è sempre più presente nelle nostre vite grazie alla sua rapida evoluzione. Come ha spiegato Alessandro Baricco nel suo libro ‘The Game’, dal video gioco Space Invaders in avanti le logiche dei progettisti di software hanno sempre assunto un’ottica propria del gioco. La complessità viene nascosta e l’utente finale si trova difronte a comandi semplici e intuitivi. Noi abbiamo trasportato questi concetti anche nel mondo della finanza d’impresa” chiarisce Pisano.

Pisano ha ricordato che l’attività di Finanza.tech si articola in tre aree di business. “La prima è quella di consentire alle imprese di ottenere finanziamenti in tempi rapidi, analizzando i fabbisogni, valutando l’azienda e anticipando le sue necessità, proponendo poi le soluzioni più consone.

La seconda area di attività è quella di Business information, che consiste nell’analisi e nella valutazione aziendale anche per conto terzi.

La terza area di attività è un servizio di consulenza direzionale propedeutico alla finanza d’impresa. Noi di Finanza.tech la chiamiamo Finance Accelerator perché mette le imprese nelle condizioni ottimali per ottenere i finanziamenti”.

Oltre alla semplicità un altro tema fondamentale legato alla tecnologia è quello della velocità.

“La tempestività è proprio uno dei valori di Finanza.tech. Il tempo è denaro e grazie alla nuova piattaforma è possibile ottenere finanziamenti in tempi rapidi per permettere agli imprenditori di cogliere le occasioni di business in tempo reale. Grazie alla piattaforma è stato possibile creare una rete di collaborazioni per velocizzare la possibilità di ottenere le risorse finanziarie” ha sottolineato Pisano.