Fiat: obiettivi confermati, ma utili in calo e debito enorme

30 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

TORINO (WSI) – Fiat archivia il secondo trimestre dell’anno con ricavi a 23,3 miliardi di euro, con una crescita del 5% in termini nominali e del 10% a parità di cambi

Fiat chiude il trimestre con un utile netto a 197 milioni di euro, in flessione rispetto ai 435 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso a fronte di un ebit in calo del 10% a 961 milioni.

Migliora l’indebitamento netto industriale che si attesta a 9,7 miliardi di euro, 300 milioni in meno rispetto a fine marzo.

La casa automobilistica ha confermato i target per l’intero esercizio. Migliora la redditività delle attività in Europa del gruppo.

Per l’area Emea infatti nel secondo trimestr dell’anno l’ebit risulta in sostanziale pareggio rispetto alla perdita di 69 milioni nell’analogo periodo dello scorso anno a fronte di ricavi in flessione da 4,7 a 4,6 miliardi di euro. Nel primo semestre più che dimezzato il rosso del risultato operativo a 78 milioni contro i 176 milioni dei primi sei mesi del 2013 a fronte di ricavi a 8,95 miliardi (9,08 miliardi nel 2013).