Fed: una poltrona per due, Lael Brainard sfida Powell

17 Novembre 2021, di Mariangela Tessa

Si avvicina il momento in cui Joe Biden, presidente degli Stati Uniti, scioglierà il ‘mistero’ sul prossimo presidente della Federal Reserve. “Avrete notizie in circa quattro giorni”, ha detto ieri durante la tappa in New Hampshire per presentare il suo piano per le infrastrutture agli americani.

A contendersi il posto di presidente della Fed sono Jerome Powell, il cui mandato scadrà a febbraio, è Lael Brainard, governatrice amministrativa della banca centrale, che sorveglia la stabilità finanziaria e i pagamenti della Fed e che siede già nel board della banca centrale Usa.

Una conferma di Powell per un secondo mandato sembrava scontata fino a poche settimane fa. Poi gli scandali delle vendite che hanno travolto i due presidenti delle Fed di Boston e Dallas hanno gettato un’ombra su Powell, malvisto dai democratici progressisti per essere un repubblicano. Senza contare il fatto che è stato nominato da Donald Trump.

Una scelta non facile quella di Biden, consapevole di non potersi alienare il sostegno dei liberal progressisti in un momento critico come quello attuale, in cui una parte sostanziale della sua agenda economica è nel limbo in Congresso. L’inquilino della Casa Bianca sa tuttavia bene che  riconfermare Powell per un secondo mandato, significherebbe concedendogli la possibilità di completare il processo di normalizzazione appena iniziato.

Chi fra Powell o Brainard guiderà la banca centrale si troverà di fronte al dilemma dell’inflazione. Il processo di riduzione degli acquisti di asset è stato appena annunciato e procederà inizialmente a una velocità limitata in modo da continuare a sostenere la ripresa.

La corsa dei prezzi potrebbe però spingere a un’accelerazione del tapering e soprattutto a un anticipo della tabella di marcia per il rialzo dei tassi. Un dilemma quindi in un quadro economico definito ancora dal Covid. Gli operatori, in ogni caso, percepiscono la Brainard come più dovish rispetto a Powell.

Lael Brainard, chi è la sfidante di Powell

Nominata dal presidente Barack Obama nel 2014, Brainard è attualmente l’unica democratica a servire nel consiglio della Fed. Figlia di un diplomatico statunitense, è nata ad Amburgo e cresciuta nella Germania occidentale e successivamente in Polonia.

Con un dottorato di ricerca presso l’Università di Harvard e gran parte della sua carriera nel Tesoro, Brainard è considerata una macroeconomista altamente esperta. È anche co-autrice di un nuovo linguaggio sulla strategia a lungo termine della Fed che ha ridefinito il mandato di piena occupazione verso un obiettivo ampio e inclusivo.