Fed, a novembre parte il tapering. Tassi di interesse ancora fermi

3 Novembre 2021, di Massimiliano Volpe

Come atteso dagli analisti, nella riunione di politica monetaria di oggi la Fed ha annunciato l’avvio del tapering, ovvero la riduzione degli acquisti di titoli di Stato e immobiliari a partire da novembre. La Fed ha poi lasciato invariati i tassi di interesse Usa fra lo 0 e lo 0,25%, confermando ancora una volta la natura transitoria dell’inflazione attuale anche se è elevata.

Secondo quanto reso noto, la banca centrale di Washington è pronta ad aggiustare la velocità del tapering, ovvero il processo di riduzione di acquisti di asset che partirà questo mese, con un calo degli acquisti di circa 15 miliardi di dollari al mese.

A novembre la Fed acquisterà almeno 70 miliardi di Treasury e 35 miliardi di mortgage-backed security, in calo rispetto ai 120 miliardi di dollari di acquisti di ottobre. Poi a dicembre la Fed acquisterà 60 miliardi di Treasury e 30 di mortage-baked security. Gli acquisti dovrebbero poi azzerarsi a metà del 2022.

Per quanto riguarda le previsioni sull’economia a stelle e strisce, la Federal Reserve ha evidenziato che, grazie alle vaccinazioni e al forte sostegno politico, l’attività economica e l’occupazione Usa “hanno continuato a rafforzarsi” e i settori più colpiti dalla pandemia “sono migliorati negli ultimi mesi”.

Nonostante questo “l’aumento estivo dei casi di Covid  ha rallentato la ripresa, e l’inflazione è elevata, riflettendo in gran parte fattori che dovrebbero essere transitori” ha sottolineato il comunicato della Fed.