Fed, Bernanke: helicopter money è un’opzione

11 Aprile 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Ricorrere al piano estremo di dare soldi direttamente ai cittadini, facendo metaforicamente piovere soldi dal cielo (helicopter money), non è da escludere completamente secondo l’ex presidente della Federal Reserve. In un post pubblicato sul sito dell’istituto accademico Brooking, Ben Bernanke dà un consiglio alla banchiere che ha preso il suo posto, Janet Yellen.

Dal momento che le manovra ultra accomodanti straordinarie varata sinora non hanno avuto l’effetto sperato di alimentare i prestiti a famiglie e imprese, la banca centrale americana dovrebbe anche prendere in considerazione l’idea di stampare denaro e darlo direttamente ai consumatori per aumentare le spese e rilanciare la crescita economica.

Le possibilità di vedere un programma di helicopter money negli Stati Uniti nell’immediato futuro sono basse, secondo Bernanke. Malgrado la sua difficile implementazione, secondo colui che è stato al timone della Fed durante i difficili anni della crisi finanziaria, darebbe in tutti i modi alle banche centrali uno strumento prezioso in più per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Helicopter money “alternativa migliore”

Difficilmente gli Stati Uniti saranno costretti a ricorrere a programmi di helicopter money, anche noti come “Money-financed fiscal programs (MFFP)”, ma in Eurozona il discorso è ben diverso. Le stesse autorità di politica centrale hanno ammesso, facendo infuriare i falchi della Germania, che è un’opzione che non va esclusa a priori.

Nelle giuste circostanze e in casi estremi, come domanda aggregata carente, politiche monetarie che hanno esaurito la loro efficacia e la riluttanza dei governi ad adottare politiche di stimolo fiscale, secondo Bernanke programmi del genere diventerebbero “la migliore alternativa” di quelle a disposizione nel ventaglio delle possibilità rimaste.

Ecco perché è prematuro escludere del tutto che i banchieri centrali possano finire per ricorrere a una misura così estrema, ai limiti della legalità e del loro vincolo di mandato, che è quello di mantenere la stabilità dei prezzi e raggiungere un target di inflazione vicino ma non superiore al 2%.

Fonte: Brookings