Extra Cashback di Natale: primi rimborsi a febbraio

6 Gennaio 2021, di Mariangela Tessa

Al momento non c’è ancora una data precisa. Quello che si sa è che i primi rimborsi del cashback, quello di Natale, saranno accreditati a fine febbraio. L’unica condizione è aver comunicato, in fase di registrazione, l’Iban. Il rimborso natalizio sarà pari al 10% della spesa e potrà arrivare fino a 150 euro. Con l’avvertenza che il cashback per singola operazione sarà al massimo di 15 euro.

Dal primo gennaio al via il cashback standard

Intanto dal 1° gennaio sono partiti il cashback standard e il supercashback che ci accompagneranno fino al 30 giugno 2022.

Anche in questo caso sarà possibile ottenere il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti effettuati con carte o app di pagamento in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti. Da Palazzo Chigi è arrivata la conferma sulla possibilità di utilizzare il bonus cashback per pagare non solo l’assicurazione della propria auto, ma anche il bollo auto e le multe.

Non ci sarà un importo minimo di spesa e sarà possibile ottenere rimborsi fino a 300 euro l’anno.

Sono esclusi gli acquisti online, le operazioni presso gli sportelli Atm, gli addebiti diretti sul conto corrente e le operazioni ricorrenti con addebito su carta di credito o conto. Esclusi anche tutti gli acquisti finalizzati allo svolgimento di attività d’impresa, professionali o lavoro autonomo.

Ogni 6 mesi, se sarà effettuato un minimo di 50 pagamenti, si otterrà il 10% dell’importo speso, fino a un massimo di 150 euro di rimborso complessivo. Il rimborso massimo per singola transazione sarà di 15 euro.

Il Super Cashback

Oltre al Cashback standard, si potrà inoltre concorrere al Super Cashback, ovvero un rimborso da 1.500 euro a semestre, cioè anche fino a 3.000 mila euro l’anno, per i primi 100mila che hanno totalizzato il maggior numero di transazioni con carte e app. Ai fini del Super Cashback, che sarà attivo dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2022, verrà considerato il numero di pagamenti e non gli importi spesi.