Eurolandia, inflazione rialza la testa

2 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Rialza la testa l’inflazione nell’Eurozona. La stima dell’inflazione su base annuale a maggio torna in terreno positivo: +0,3% nonostante la forte contrazione dei prezzi dell’energia (-5,0%). Lo rende noto Eurostat, ricordando che un anno l’inflazione su base annuale era stata indicata a +0,5%, con i prezzi dell’energia fermi.

A dare la spinta all’inflazione, dopo molti mesi in terreno negativo, tutti gli altri settori: +1,3% per i servizi, +1.2% per alimentare, alcol e tabacco e +0,3% per i beni industriali.

Intanto, secondo i dati Ocse in aprile l’inflazione italiana, per il terzo mese consecutivo, è rimasta negativa a -0,1% su base annua. Secondo i dati dell’organizzazione di Parigi, nello stesso mese, l’indice dei prezzi al consumo è invece stato stabile nell’eurozona, dopo il -0,1% di marzo, ed è tornato a crescere in Francia e Germania, dove l’inflazione è passata rispettivamente da -0,1% a +0,1%, e da 0,3% a 0,5%. (mt)