ESG: che cosa è il regolamento Sfdr sugli investimenti sostenibili

12 Aprile 2021, di Alessandra Caparello

ESG: che cosa è il nuovo regolamento Sfdr sugli investimenti sostenibili

Si chiama Sustainable Finance Disclosure Regulation ed è il primo Regolamento con cui l’Unione Europea inizia a mettere ordine nel novero degli investimenti sostenibili. Vediamo nel dettaglio cosa prevede il regolamento e cosa cambia che, nelle intenzioni di Bruxelles, accelererà l’adozione degli investimenti ESG.

Regolamento Sfdr: che cosa prevede

In vigore dal 10 marzo 2021, il regolamento Ue 2019/2088 della Commissione europea sull’informativa di sostenibilità dei servizi finanziari (Sustainable finance disclosure regulation, o Sfdr) ha come scopo quello di aumentare e uniformare i requisiti di reporting dei processi di investimento Esg in capo ai partecipanti ai mercati finanziari (cosiddetti financial market participants, o FMP) sia a livello aziendale sia di prodotto, rafforzando la trasparenza necessaria all’intero mercato.

Nello specifico, gli obblighi previsti dall’Sfdr sono differenziati con riguardo sia all’oggetto di riferimento dell’informativa (informazioni riferite al soggetto/attività – “entity level” – oppure al prodotto finanziario – “product level”), sia alla modalità di fornitura (informativa sul sito web, informativa precontrattuale o informativa periodica).

Così il regolamento prevede che i soggetti interessati dai nuovi obblighi di disclosure sulla sostenibilità dovranno pubblicare sui propri siti web e sull’informativa pre-contrattuale informazioni relative alle politiche adottate per integrare i rischi di sostenibilità nei loro processi decisionali di investimento. Inoltre, nell’informativa pre-contrattuale dovranno citare anche i probabili impatti che i rischi di sostenibilità potrebbero avere sul rendimento dei prodotti finanziari. Coloro che decidono di non prendere affatto in considerazione i fattori e i rischi di sostenibilità,  dovranno motivare la loro scelta su siti web e informativa pre-contrattuale.

Il parere di Assogestioni

Assogestioni è convinta che Sfdr costituisca un primo, importante passo per promuovere un mercato europeo dei prodotti sostenibili per rafforzare un sistema alle prese con le sfide poste dal cambiamento climatico, ambientale e sociale.

In particolare, Sfdr impatta in modo molto significativo sulla comunicazione agli investitori, ad esempio attraverso specifici requisiti che interessano i documenti di offerta, la comunicazione commerciale, le relazioni periodiche e i siti web di tutti i soggetti obbligati alla disclosure di sostenibilità, tra cui le Sgr.

Ne consegue che i prodotti di gestione e le attività dei gestori saranno sempre più confrontabili rispetto alla modalità con cui incorporano la sostenibilità nelle politiche di investimento.