Energia: società legata a vicepresidente Usa pronta a trivellare est Ucraina

29 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Burisma, la più importante compagnia di gas dell’Ucraina, si prepara a trivellare nell’est del paese. Una notizia che potrebbe passare inosservata, se non fosse che Hunter Biden, figlio di Joe Biden, vicepresidente degli Stati Uniti, proprio nel maggio scorso è entrato nel consiglio di amministrazione, dove svolge il ruolo di consigliere legale.

E questo mentre proprio Stati Uniti e Europa stanno annunciando nuove sanzioni economiche e finanziarie contro la Russia per il conflitto con l’Ucraina

L’agenzia di stampa Itar-Tass ha riportato che “nonostante i combattimenti vanno avanti, Burisma si sta preparando a trivellare il gas, con la protezione del comando militare nazionale ucraino”.

“Le truppe – ha riportato inoltre l’agenzia Novorossiya citando i residenti locali” – stanno aiutando ad installare le infrastrutture vicino alla città orientale di Slavyansk. I funzionari protetti dai militari ucraini sono pronti ad avviare gli impianti di trivellazione. Altre infrastrutture, intanto, vengono portate in loco”.

Intanto il bilancio delle vittime in Ucraina delle ultime 24 ore è impressionante: uccisi 17 civili, 3 sono bimbi, vittime dei tiri di artiglieria a Gorlinvka, uno dei bastioni dei separatisti filorussi 45 chilometri a nord di Donetsk. Lo ha annunciato il governo regionale. “Quarantatre persone sono state ferite”, si aggiunge nel comunicato in cui si precisa che proiettili di artiglieria sono caduti anche su un ospedale, danneggiando il reparto maternità, e che diverse case nel centro della città sono state colpite.

La Burisma Holdings esiste dal 2002 come società privata impegnata nella produzione di gas naturale e petrolio (11.600 barili equivalenti al giorno) che commercia oppure vende ai privati ucraini, e rappresenta certamente un’azienda cruciale per la difficile autonomia energetica dell’Ucraina.

L’arrivo di Richard Hunter Biden nel più delicato dei territori ucraini non era passato inosservato neanche a maggio nonostante l’eccellente curriculum: laurea in legge a Yale, docente di politiche internazionali alla Georgetown University e capo del programma Fao negli Stati Uniti, il figlio del vicepresidente ha lavorato presso lo studio legale newyorchese che si è occupato del caso “Bush vs Gore” e del contenzioso legale del governo americano contro Microsoft.

Proprio il 22 aprile scorso Joe Biden aveva fatto visita a Kiev per tentare di fermare la tensione con il Cremlino.