Elezioni, conto alla rovescia in UK: monta paura instabilità

5 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Mentre mancano solo due giorni alle elezioni britanniche, continua ad allungarsi l’ombra dell’hung Parliament, di un ‘Parlamento appeso’ all’incertezza e frammentato come non mai nel Regno Unito continua ad allungarsi.

Alcuni sondaggi segnalano che le elezioni di giovedì mostreranno alla fine una rimonta dei Conservatori sui rivali di sempre, i Laburisti. Ma altri non si schiodano dalla previsione di un pareggio o anche di un lieve vantaggio del Labour. E tutti, comunque, escludono che uno dei 2 big possa avvicinarsi alla quota fatidica di 326 seggi, garanzia di quella maggioranza assoluta e di quel regime di alternanza che storicamente è da sempre dogma e vanto del sistema britannico.

A decidere sarà alla fine per colmo di paradosso l’esercito degli indecisi: che se fossero davvero pari al 40% sbandierato dal Daily Mail potrebbero persino scompaginare tutto.

La sola certezza della vigilia appare in ogni caso quella di un futuro governo di coalizione, soluzione mai amata dai sudditi di Sua Maestà.

Ma queste elezioni entreranno nella storia non solo per le incertezze per il risultato elettorale, evento rato per il Paese. Potrebbero essere storiche anche perché dal loro esito potrebbe dipendere la permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea, visto che l’attuale Premier David Cameron ha promesso di indire un referendum in materia, nel 2017, qualora fosse riconfermato a Downing Street. La paura che serpeggia in Europa porta il nome Brexit. (mt)