È già in arrivo il primo servizio taxi a guida autonoma

14 Novembre 2018, di Alberto Battaglia

Un nuova società, il cui nome resta top secret, si appresta a lanciare il primo servizio di trasporto con una flotta di veicoli autonomi, con lo scopo di insidiare direttamente Uber e Lyft. Proprietaria del servizio sarà la Waymo, società controllata dal Alphabet-Google. L’avvio dell’attività è previsto per l’inizio del mese di dicembre, fa sapere l’agenzia Bloomberg.

“Waymo ha lavorato sulla tecnologia di guida autonoma per quasi un decennio, con la sicurezza al centro di tutto ciò che facciamo”, ha dichiarato la società in forma privata, senza però fornire ulteriori dettagli sul nome del nuovo servizio né sulle tempistiche di lancio.

Nella prima fase la società sarà attiva in diverse aree metropolitane degli Stati Uniti, per poi espandersi gradualmente. Un aspetto che sarà interessante chiarire se il trasporto senza guidatore costerà di meno e quanto. A parità di costo, è probabile che i consumatori continueranno a utilizzare il più rassicurante servizio a guida “umana”.

 
Mentre i test sulle auto a guida autonoma sono in corso da diverso tempo, l’attivazione di una compagnia di trasporti in stile Uber che preveda l’utilizzo di automobili senza guidatore costituisce una novità per il panorama della mobilità. In questo campo, Waymo è molto più avanti rispetto alla concorrenza, ha affermato l’esperto del settore Nick Albanese, solo General Motors potrà insidiare la società targata Google, ma ci vorrà almeno un anno. Per questo l’arrivo del nuovo marchio della guida autonoma nel giro di un mese “è molto impressionante”, ha affermato l’analista. Piani analoghi sono in corso di realizzazione anche nei cantieri di Tesla, Daimler, Volkswagen.