Da oggi in 23 milioni possono prevedere futuro pensionistico

30 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La busta arancione è finalmente arrivata. Ma più che una busta, si tratta di una simulazione interattiva che i contribuenti potranno effettuare online.

Grazie a questro strumento messo a disposizione dall’Inps, 23 milioni di persone potranno prevedere quando andranno in pensione e quale sarà il loro assegno di uscita dal mondo del lavoro.

“È una sfida importante, uno sforzo organizzativo enorme” secondo Tito Boeri, presidente dell’istituto di previdenza.

Per usufruire del servizio basterà inserire il codice di accesso sul sito dell’istituto di previdenza.

In prima battuta potranno accedere tre milioni di contribuenti under 40, tra cui i lavoratori autonomi, i coltivatori diretti, gli iscritti alla gestione separata e al fondo lavoratori dipendenti.

Ad annunciare l’arrivo del documento consultabile saranno un messaggio email e un sms. A quel punto sul portale dell’Inps si potrà simulare il trattamento pensionistico con i parametri desiderati.

Per il capitolo sulla crescita economica, l’Inps ha fatto affidamento alle stime sul Pil contenute nel Def, il documento di economia e finanza, ma i fattori si possono modificare.

Il risultato finale del ‘sondaggio’ si dividerà in quattro sezioni: l’età in cui si raggiungerà la pensione di vecchiaia, la previsione dell’ultimo stipendio prima della pensione, l’ammontare dell’assegno e infine il tasso di sostituzione.

(DaC)