Crollo titolo, grandi azionisti faranno causa a Volkswagen

19 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Le pesanti perdite del titolo Volkswagen successive allo scandalo delle emissioni non rimarranno ‘impunite’, almeno per quanto riguarda i grandi azionisti del colosso dell’auto tedesco. Secondo il Sunday Telegraph, infatti, questi ultimi presenteranno una causa legale contro l’azienda, chiedendo 40 miliardi di euro.

Il Sunday Telegraph riporta le dichiarazioni di Quinn Emanuel, società legale famosa in tutto il mondo per le vittorie incassate in diverse class action. In particolare la società che ha rappresentato clienti di colossi del calibro di Google, Sony e Fifa, è stata contattata dal gruppo Bentham, fondo specializzato nel finanziamento delle grandi cause legali.

Bentham starebbe contattando i grandi investitori di Volkswagen, tra cui i fondi sovrani del Qatar e della Norvegia, per chiedere loro di unirsi all’azione legale. “Stimiamo perdite degli azionisti fino a 40 miliardi di euro”, ha detto da Londra Richard Oriente, co-managing partner di Quinn Emanuel.

Intanto nelle ultime ore la polizia francese ha perquisito il quartier generale di Volkswagen France. Perquisiti gli uffici di Villers-Cotterets, da cui sono stati sequestrati computer e documenti.

Tutto questo, mentre il sindacato tedesco dei metalmeccanici, Ig Metall, sarebbe pronto a dichiarare battaglia al colosso, nel caso di eventuali piani a carico dei dipendenti.

L’esponente sindacale Joerg Hofmann, in base a quanto riportato, ha affermato che i lavoratori non hanno alcuna reponsabilità nello scandalo e “il sindacato farà tutto il possibile per garantire che gli impiegati non debbano pagare per i danni provocati dai manager”. (Lna)