Crisi subprime, banche Usa rimangono quasi intoccabili

5 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il Dipartimento di Giustizia americano sembra voler chiudere un occhio sullo scandalo dei derivati che ha contribuito alla scoppio della crisi finanziaria.

Nonostante il mea culpa delle maggiori banche Usa, il tutto si risolverà con il pagamento di maxi-multe, ma senza nessuna condanna esemplare.

Secondo le indiscrezioni riportate dalla stampa americana, il Dipartimento di giustizia sarebbe pronto a maxi patteggiamenti con nove banche, sottolineando che ci sarebbero trattative in corso con Goldman Sachs, Morgan Stanley, Barclays, Credit Suisse, Deutsche Bank, Hsbc, Rbs, Ubs e Wells Fargo.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, Goldman Sachs starebbe trattando una sanzione da 2-3 miliardi di dollari.

(mt)