Criptovalute, Bitcoin rimane la preferita a giugno

9 Luglio 2020, di Massimiliano Volpe

Secondo i dati raccolti da eToro, la piattaforma internazionale di investimenti multi-asset, le criptovalute preferite dagli investitori retail nel mese di giugno a livello globale sono quelle con protocollo proof of stake.

In particolare ADA di Cardano ha registrato un deciso aumento dell’11% nel mese di giugno, rispetto a maggio. Il network è infatti nel bel mezzo dell’upgrade “Shelley” e gli investitori retail stanno cercando di acquistare il real asset prima che si passi da una rete centralizzata ad una distribuita.

Il Bitcoin, leader globale sia per valore che per capitalizzazione di mercato, continua ad essere la critpovaluta più popolare tra gli utenti eToro anche nel mese di giugno, seguita da Ethereum e XRP, che mantengono rispettivamente il secondo e terzo posto.

Gli investitori stanno cercando di mantenere le proprie posizioni reali nel mondo cripto, mentre si assiste ad un generale consolidamento dei prezzi nell’intero settore. Ciò si riflette nel volume degli scambi, che ha subito una flessione nel mese di giugno. Una maggiore calma che segue l’attività frenetica registrata a maggio, mese dell’halving del Bitcoin.

Tezos, che nel corso del 2019 è stato il sedicesimo criptoasset più popolare su eToro, nel mese di giugno ha raggiunto la quinta posizione. Nella top 10 rientrano anche la piattaforma NEO ed il sistema operativo decentralizzato TRON.

Secondo Simon Peters, analista di mercato ed esperto di criptovalute della piattaforma eToro “Non mi sorprende che il Bitcoin mantenga il primo posto come criptoasset più popolare della piattaforma. Avendo recentemente subito l’halving, è normale che gli investitori dimostrino interesse per la criptovaluta, forse anche in attesa di una nuova fase rialzista, come accaduto a seguito dei precedenti halving.

“Per quanto riguarda le altcoin, stiamo assistendo ad una chiara tendenza verso blockchain con protocollo proof of stake (PoS). L’andamento dei prezzi di queste monete è stato positivo, tra queste anche ADA, passata da 0,0332 dollari di inizio anno agli attuali 0,1139 dollari (nel momento in cui si scrive questo contenuto) per un +245% fino ad oggi.

“Gli ultimi mesi hanno evidenziato come gli investitori reputino criptoasset come il Bitcoin come opportunità di investimento a lungo termine, viste le performance non esaltati registrate nell’ultimo periodo dai mercati azionari tradizionali. Ci aspettiamo che tale tendenza possa coinvolgere anche criptovalute come ADA ed Ethereum. Quest’ultima sta avendo una serie di miglioramenti tecnici, tanto da essere percepita dagli investitori come un asset all’avanguardia, alla stregua del Bitcoin”.