Criptovalute, accordo tra Coinbase e Google

11 Ottobre 2022, di Gianmarco Carriol

Le azioni di Coinbase sono salite oggi durante gli scambi pre-mercato in quanto Google consentirà ad alcuni clienti di pagare i servizi cloud del gigante tecnologico con criptovaluta, a partire dal prossimo anno. L’accordo vedrà Coinbase spostare le sue applicazioni relative ai dati dal suo solito cloud di Amazon Web Services a Google, secondo quanto riportato dalla CNBC.

Google accetterà il pagamento per i servizi cloud da un piccolo gruppo di clienti nello spazio Web3 tramite un’integrazione di Coinbase Commerce. L’offerta di e-commerce di Coinbase supporta 10 risorse digitali come Bitcoin ed Ether insieme a stablecoin come USDC e Tether.

Amit Zavery, vicepresidente di Google Cloud, ha riferito alla CNBC di aver vagliato accordi con più aziende prima di approdare su Coinbase. Jim Migdal, vicepresidente dello sviluppo aziendale di Coinbase, ha affermato che le due società stanno dialogando da mesi.

Coinbase ha storicamente fatto affidamento sulle commissioni di trading per generare quasi il 90% delle sue entrate e ha lavorato per diversificare i suoi flussi di reddito per resistere alla natura ciclica del settore delle criptovalute.

Allo stesso modo, Google ha spinto ad espandersi oltre la sua principale fonte di entrate: la pubblicità. The Big G sta ora cercando di offrire potenzialmente servizi di gestione delle risorse digitali tramite l’offerta di custodia di Coinbase Prime, anche se per ora quei piani sembrano puramente esplorativi.

Le azioni di Coinbase hanno reagito positivamente, più di quelle Google

Sebbene Google sia da tempo ricettivo all’ascesa delle criptovalute, l’azienda ha formalmente segnalato l’intenzione di espandere le proprie offerte di blockchain formando un’unità dedicata all’inizio di quest’anno.

Sundar Pichai, ceo della società madre Alphabet, ha anche affermato a febbraio che la società “stava decisamente guardando alla blockchain”, in particolare in relazione al potenziamento dei livelli di elaborazione e servizi per YouTube e Google Maps.

Alphabet è stato anche uno degli investitori aziendali più attivi nelle società blockchain sin dal 2017, insieme a Goldman Sachs e SBI Holdings.

Tuttavia, questo accordo sembra molto più focalizzato sulle criptovalute in particolare, piuttosto che sulle loro tecnologie sottostanti e finora, i mercati sembrano reagire a come ciò potrebbe avvantaggiare Coinbase, più di Google.

Il titolo di Coinbase, che è in calo del 73% da inizio anno, è salito del 5% durante le negoziazioni pre-mercato alla notizia dell’accordo, mentre Alphabet registra un leggero +0,20%.