Corea del Nord minaccia il Sud di “distruzione finale”

19 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

GINEVRA (WSI) – La Corea del Nord ha minacciato il Sud di “distruzione finale” durante un intervento alle Nazioni Unite, ribadendo l’intenzione di continuare con i test nucleari dopo le operazioni criticate della settimana scorsa.

“Come si suol dire, un cucciolo appena nato non conosce la paura di una tigre. Il comportamento erroneo della Corea del Sud non fara’ che portarla alla distruzione finale”, ha detto il diplomatico nordcoreano Jon Yong Ryong durante un dibattito sul Disarmamento alle Nazioni Unite.

Le dichiarazioni, riferisce Reuters, hanno fatto scalpore e sono state immediatamente condannate da Francia, Germania, Corea del Sud e Spagna. L’ambasciatrice britannica Joanne Adamson ha definito il linguaggio utilizzato “completamente inappropriato” e ha aggiunto che i colloqui stanno andando nella direzione sbagliata.

“Espressioni di questo tipo, che alludono alla possibile distruzione di stati membri dell’Onu, non possono essere consentite” in questa sede.

Sulla stessa linea Javier Gil Catalina, omologo spagnolo rimasto esterrefatto dalle dichiarazioni, che – dice – fanno pensare addirittura a una violazione delle leggi internazionali.

“In 30 anni di carriera non ho mai sentito niente di simile e non stavano nemmeno parlando di qualcosa che e’ ammissibile. Stiamo parlando della minaccia di usare la forza, un eventualita’ proibita dall’Articolo 2.4 della carta costitutiva delle Nazioni Unite”.