Conti correnti: gli italiani non amano i conti corrente aperti in filiale

24 Febbraio 2021, di Alessandra Caparello

Gli italiani non apprezzano i conti correnti che sono offerti nelle filiali delle banche italiane. E’ quanto emerge dall’analisi condotta da Wall Street Italia, realizzata in collaborazione con T-Voice, secondo la quale sui conti correnti aperti in filiale, solo l’11% degli italiani esprime pareri positivi, il 10% assume una posizione neutrale, mentre il restante 79% esprime opinioni negative.

Si tratta di un livello di soddisfazione inferiore a quello rilevato per i conti correnti online, per i quali si è registrato un livello di apprezzamento positivo del 38,32%, un 34,18% ha espresso una posizione neutrale mentre il restante 27,5% ha opinioni negative.

Questi risultati sono contenuti in un’analisi realizzata da Wall Street Italia in collaborazione con T-Voice, società che  si occupa di opinion mining, sentiment analysis e topic discovery e sfrutta algoritmi di artificial intelligence supervisionati con l’obiettivo di offrire una panoramica precisa di opinioni e sentimenti condivisi tramite web e social network.

Le analisi sono state condotte su più di 25.000 testi in lingua italiana riguardanti il tema “conti correnti offline” presenti nel web e sui principali social network per il periodo che va dal 1 Gennaio al 14 Febbraio 2021.  Tutti i risultati sono presentati al netto degli “off-topic”, ovvero senza considerare quei testi che non contengono il tema di interesse.

Conti corrente tradizionali: il gradimento degli italiani

Dall’analisi di T-Voice emerge che sui conti correnti aperti in filiale, solo l’11% degli italiani esprime pareri positivi, il 10% assume una posizione neutrale, mentre il restante 79% esprime opinioni negative.

Tra gli hashtag più frequenti legati al tema dei conti corrente tradizionali troviamo #dimissioni, #decretonatale, #gregorelli, #contocorrente.

I conti tradizionali preferiti dagli italiani

Dall’analisi di T-Voice emerge che il conto corrente offerto da Banca Mediolanum è quello che ottiene le maggiori preferenze dagli italiani intervistati, seguito subito dopo dal conto di Intesa Sanpaolo e di Banco Posta.

 

Andando poi ad analizzare anche i Topic discovery, un’analisi che consente di individuare i temi di discussione sulla base dell’associazione delle parole, emergono i principali issuer, il tema dei servizi offline come mutui e prestiti, il tema delle carte di credito e del cashback.