Con vittoria Le Pen, euro sotto la parità con il dollaro

27 Marzo 2017, di Mariangela Tessa

In caso di vittoria di Marine Le Pen alle elezioni francese, l’euro potrebbe scivolare sotto la parità contro il dollaro, raggiungendo i minimi da 15 anni. E’ quanto emerge da un sondaggio di Bloomberg tra economisti, secondo cui subito il giorno dopo i risultati elettorali non è esclusa una discesa della moneta unica sotto la soglia di un dollaro.

Su 38 economisti ascoltati, cinque vedono addirittura una discesa sotto 95 centesimi. Una reazione del genere si avrebbe perché il leader del Front National ha minacciato, un volta eletta, di indire un referendum per l’uscita della Francia dall’euro.

La parità euro/dollaro non si vede dal 2002. E qualora dovesse realizzarsi rappresenterebbe una caduta di oltre il 7 per cento rispetto al livello attuale di circa $ 1.08, mentre un movimento al di sotto di 95 centesimi rappresenterebbe un calo di circa il 12 per cento.

“La reazione del mercato sarebbe molto negativo” ha detto Frederik Ducrozet, economista presso la Bank Pictet & Cie a Ginevra, che è tra coloro che si aspettano un calo sotto $1 in caso di vittoria di Le Pen.

Va detto tuttavia che una vittoria del candidato di estrema destra è al momento esclusa dalla maggior parte degli economisti sentiti da Bloomberg, che attribuiscono il 61% delle probabilità di vittoria a Emmanuel Macron, contro il 20% che attribuisce la futura presidenza francese a Le Pen.