Colpo di scena: MPS trema, a rischio salvataggio stato?

5 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia
Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Giornalettismo.com – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Mezzo colpo di scena nella storia del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena con i soldi pubblici. Ieri l’emendamento salva-Mps è stato bocciato in commissione bilancio al Senato.

Spiega Fabrizio Massaro sul Corriere:
La commissione ha chiesto una relazione tecnica dell’esecutivo sulla norma, avendo ravvisato problemi di copertura finanziaria per i 3,9 miliardi che via Venti Settembre deve mettere a disposizione della banca senese.

Per i banchieri Alessandro Profumo e Fabrizio Viola si tratta di un nuovo inciampo nella strada —che si sta rivelando quanto mai tortuosa, visto che si parla di Monti bond da ormai sei mesi—per ottenere gli aiuti statali e rientrare così nei parametri patrimoniali stabiliti dall’ autorità bancaria europea (Eba).

E quindi:

Il deficit di 3 miliardi calcolato dall’Eba risale ormai a settembre 2011, dal punto di vista della finanza quasi un’era geologica fa, ed è legato alla svalutazione degli oltre 21 miliardi di Bot e Btp che Mps ha nei suoi forzieri determinata dall’impennata degli spread, adesso invece in discesa (ieri 303 punti).

Copyright © Giornalettismo.com. All rights reserved