Cina apre a Trump sul nucleare. Papa: “a un passo dalla guerra”

16 Gennaio 2018, di Mariangela Tessa

La Cina è pronta a lavorare con gli Stati Uniti per un “accordo appropriato” sulla questione nucleare della penisola coreana: lo ha riferito il presidente Xi Jinping in una telefonata con il suo omologo Donald Trump.

Secondo l’agenzia Nuova Cina, Xi ha aggiunto che tutte le parti preoccupate della situazione dovrebbero “creare le condizioni per la ripresa dei colloqui”.

Tutto questo mentre indiscrezioni pubblicate dal Wall Street Journal spiegano che il Pentagono sta mettendo a punto un nuovo piano per sviluppare due nuovi missili nucleari a basso potenziale.

Il quotidiano specifica che si tratta della risposta dell’amministrazione Trump alla crescente capacità degli arsenali di Russia e Cina. Una strategia che però preoccupa perchè rappresenta un passo indietro sulla strada della non proliferazione e potrebbe spingere la Corea del Nord a espandere il suo arsenale e Paesi come l’Iran a riprendere il proprio programma nucleare.

Il pericolo di una guerra nucleare resta al centro delle preoccupazioni anche di Papa Francesco, che ieri sul volo da Roma verso Santiago del Cile, rispondendo ad una domanda di una giornalista, ha detto:

“Si, ho davvero paura. Siamo al limite. Basta un incidente per innescare la guerra. Di questo passo la situazione rischia di precipitare. Quindi bisogna distruggere le armi, adoperarci per il disarmo nucleare” .