Capgemini: la chiave del successo delle aziende è nell’emotional intelligence

17 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Il 39% dei dipendenti ritengono che le loro competenze siano o diventeranno obsolete per via dell’automazione e dell’Intelligenza artificiale entro i prossimi due o tre anni, affermazione condivisa anche dal 50% dei millennial.
Questo quanto emerge dal nuovo report del Capgemini Research Institute, dal titolo “Emotional intelligence – the essential skillset for the age of AI”, uno spaccato a 360 gradi sull’idea che le aziende hanno dell’emotional intelligence (EI), evidenziando come queste competenze saranno un requisito fondamentale per raggiungere il successo nei prossimi anni.

Ebbene dal report emerge come l’emotional intelligence sta diventando una competenza necessaria per le aziende.
Da qui i manager intervistati ritengono che i dipendenti debbano sviluppare le competenze di EI in modo da potersi adattare a ruoli più orientati verso l’attenzione al cliente e a contatto con il pubblico (76%), nonché intraprendere compiti che richiedono competenze di EI – come empatia, capacità di influenzare le persone e teamwork – che non possono essere automatizzate (76%).

Ecco cosa ha dichiarato Andrea Falleni, Managing Director di Capgemini Business Unit Italy:

“Questa nuova ricerca dimostra che l’EI diventa sempre più necessaria man mano che le attività routinarie vengono automatizzate e che le aziende possono trarre benefici da un organico emotivamente intelligente.
L’esperienza delle aziende che hanno avuto maggior successo in quest’area dimostra che le imprese devono dare priorità all’EI durante il processo di recruiting, nella formazione e nella cultura aziendale, al fine di costruire un team resiliente in un mondo in costante cambiamento”.

Entro i prossimi 5 anni l’EI si convertirà in un “must have” secondo il 61% dei dirigenti e il 41% dei dipendenti in ruoli non legati alla supervisione. A fondamento di queste considerazioni il fatto che le aziende con una forza lavoro emotivamente intelligente stanno ottenendo benefici.
Grazie a dipendenti con un’elevata EI difatti, il 60% delle aziende intervistate ha ottenuto un incremento di oltre il 20% dei benefici – maggiore produttività, soddisfazione dei dipendenti e quota di mercato più elevata. Le aziende che effettuano ingenti investimenti in ambito di EI vedranno un ritorno tra le 2,2 e le 4,4 volte maggiore se si tiene conto dell’impatto di questa tecnologia su entrate, produttività, costi e attrition.