Cancellare debito? La Russia annulla $32 miliardi a Cuba

5 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

WSI (MOSCA) – La Duma, il ramo basso del Parlamento russo, ha ratificato un accordo tra Russia e Cuba per l’annullamento del 90% del debito dell’Avana verso l’Urss, pari a 35,2 miliardi di dollari (25,9 miliardi di euro). Saranno rimborsati solo 3,5 miliardi di dollari circa, che però Mosca reinvestirà nell’economia cubana. L’intesa era stata siglata lo scorso ottobre dal premier russo Dmitri Medvedev durante una visita a Cuba. In questo modo la Russia rinsalda i legami con il suo vecchio alleato storico durante la guerra fredda.

La decisione del parlamento russo e’ stata annunciata da Mosca una settimana prima della visita dell’11 luglio a Cuba del presidente Vladimir Putin, durante la quale e’ previsto un incontro con Fidel Castro, 88 anni, con salute malferma e attualmente senza poteri formali. Il potere cubano e’ ancora in mano al fratello piu’ giovane di Fidel, Raul, 83 anni, presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei ministri della Repubblica di Cuba. Raul ha annunciato che restera’ in carica fino al 2018, per poi facilitare la successione del regime comunista in altre mani. Mosca e’ il nono partner commerciale di L’Avana, molto dietro i primi tre, nell’ordine Venezuela, Cina e Spagna.

L’accordo di principio tra i due paesi, a cui sono seguite le “procedure concordate”, e ieri 4 luglio l’approvazione del Parlamento russo, era stato firmato a Cuba in occasione della visita del premier Dmitri Medvedev avvenuta il 25 ottobre 2013, riferirono le agenzie di stampa russe. La Russia si era quindi impegnata a cancellare il debito di Cuba, ereditato dalle strette relazioni bilaterali tra Mosca e l’Avana dei tempi dell’Unione Sovietica, quando imperava la logica dei blocchi e la Guerra Fredda tra Stati Uniti e Urss.

[ARTICLEIMAGE] “Credo che i tempi concordati con i colleghi prevedano sei mesi, entro settembre di quest’anno dobbiamo finalizzare tutta la parte formale”, aveva spiegato il ministro del Commercio russo Denis Manturov.

A parte l’intesa sul debito, sono stati firmati accordi intergovernativi sulla cooperazione nel settore della ricerca e dell’utilizzo “dello spazio cosmico a scopi pacifici”, sulle condizioni immobiliari per le rispettive ambasciate, su programmi ambientali a Cuba. Inoltre, l’Avana acquista, con un contratto di leasing, tecnologia aeronautica per 650 milioni di dollari: tre aerei Antonov 158 saranno forniti già entro l’anno.