Borse europee, avvio di seduta incerto

4 Marzo 2020, di Massimiliano Volpe

Avvio incerto per le borse europee nonostante la decisione di ieri della Federal Reserve che a sorpresa ha tagliato dello 0,5% i tassi di interesse degli Usa per sostenere l’economia e i mercati alle prese con la diffusione del coronavirus. Una misura straordinaria presa solo in passato nel 2008 a seguito della crisi di liquidità del sistema bancario Usa.

Anche ieri sera Wall Street non ha beneficiato delle mosse della Fed con l’indice S&P 500 che ha messo a segno un ribasso del 2,8%. Questa mattina a Tokyo l’indice Nikkei ha chiuso gli scambi invariato.

Sul mercato obbligazionario lo spread Btp/bund si trova a quota 164 punti, sui minimi della settimana dopo il balzo a quota 180 messo a segno nelle scorse sedute.

Gli investitori rimangono in attesa del vertice straordinario dell’Ecofin che si terrà oggi in teleconferenza. I ministri delle finanze europei dovrebbero decide una serie di misure economiche per fare fronte alla difficile situazione economica prospettata nei giorni scorsi dall’Ocse che ha tagliato le stime per la crescita della congiuntura per il 2020 e per bloccare la diffusione del coronavirus in Europa. Lunedi l’Unione Europea ha istituito una task force per monitorare l’evoluzione del coronavirus nel Vecchio Continente e intervenire per sostenere i Paesi in difficoltà.