Borse e dollaro in ripresa, aiutano dati Cina e Usa

31 Agosto 2017, di Daniele Chicca

La solidità dell’industria manifatturiera cinese e dell’economia americana, confermata dagli ultimi dati macro pubblicati, ha aiutato le Borse a salire di prezzo. Alla Borsa di Londra sono molto richiesti i titoli del settore minerario, gruppi che tradizionalmente tendono a beneficiare dei segnali positivi circa la domanda proveniente dalla Cina. Le Borse sono comunque sempre con i nervi tesi per le continue minacce della Corea del Nord e per le risposte bellicose e poco concilianti di Donald Trump.

Il Pil Usa si è espanso del 3% nel secondo trimestre, più del 2,7% previsto dagli analisti. Questo numero, unito al rapporto migliore delle attese sul settore privato del mercato del lavoro americano, ha favorito il dollaro, che torna a essere richiesto sui mercati. Il biglietto verde – spinto anche dalle speculazioni sulle preoccupazioni della Bce circa la forza dell’euro – ha recuperato una figura piena in meno di 24 ore sulla moneta unica, riportandosi in area $1,19 dopo che l’euro aveva superato agilmente $1,20 il giorno prima.

Lasciate qui commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti sulle Borse nel LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 31 Agosto 201711:13

Il dollaro continua a risalire la china anche nei confronti dello yen.

Daniele Chicca 31 Agosto 201711:52

Una serie di dati macro stanno influenzando gli scambi: l’inflazione è salita dell’1,5% in agosto dall’1,3% di luglio, secondo le stime preliminari. Il dato è cresciuto più delle attese (1,4%) ma la componente principale trascinatore è stata quella energetica con i prezzi in aumento del 4% su base annuale. L’inflazione ‘core’, infatti, ossia depurata di cibo ed energia, fattori volatili, è rimasta invariata.

Eurozone inflation picked up to 1.5% in August

Daniele Chicca 31 Agosto 201711:53

La disoccupazione nell’area euro è rimasta invariata al 9,1%, il livello più basso da febbraio 2009. La percentuale, tuttavia, si confronta con il ben più basso 7,7% dell’Ue. Il numero di persone senza un lavoro è salito di 73.000 unità a luglio, attestandosi a 14,86 milioni, secondo i dati di Eurostat.
jobless EU

Daniele Chicca 31 Agosto 201712:02

Oltre agli ultimi dati macro positivi pubblicati in Usa, ad aiutare il dollaro sono anche le speculazioni circa le prossime mosse (o l’assenza di queste) di Mario Draghi. Il fatto che la Bce non abbia espresso preoccupazioni sulla forza dell’euro, salito sopra 1,20 dollari martedì, ai massimi da gennaio 2015, ha contribuito all’indebolimento del dollaro.

Ma Reuters fa sapere che i trader nutrono ancora dubbi sul fatto che le autorità di politica monetaria siano tranquille con un euro in rafforzamento. Gli ultimi numeri dell’inflazione di agosto – stime preliminari – parlano di un incremento dei prezzi al consumo, trainato però soprattutto dal +4% su base annuale della componente volatile dell’energia. I prezzi al consumo fanno fatica a rimanere sopra una variazione positiva superiore all’1%, rimanendo ancora lontani dalla soglia obiettivo del 2% della Bce.

Daniele Chicca 31 Agosto 201712:25

Secondo l’agenzia stampa Reuters la forza dell’euro sta in realtà innervosendo un numero sempre maggiore di membri del board della Bce. Questo aumenta le chance che la decisione sul Quantitative Easing venga rimandata o che il piano di uscita dalle misure ultra accomodanti sia più graduale. 

Daniele Chicca 31 Agosto 201712:26

Secondo l’agenzia stampa Reuters la forza dell’euro sta in realtà innervosendo un numero sempre maggiore di membri del board della Bce. Questo aumenta le chance che la decisione sul Quantitative Easing venga rimandata o che il piano di uscita dalle misure ultra accomodanti sia più graduale.

Daniele Chicca 31 Agosto 201713:31

I titoli di Carrefour sono in caduta libera sui mercati azionari dopo che la catena di supermercati francesi, presente anche in Italia, ha lanciato un profit warning che ha impaurito diversi investitori nel settore retail. Al momento le azioni sono in calo del 15%: se dovesse essere la performance conclusiva di giornata si tratterebbe della seduta più negativa degli ultimi 20 anni.

Carrefour ha registrato risultati più deboli del previsto nel primo semestre e ha avvertito che i profitti dell’esercizio annuale potrebbero scendere del 12%. Il nuovo amministratore delegato di Carrefour, Alexandre Bompard, ha fatto sapere che “i risultati del 2017 saranno influenzati dalla performance del primo semestre e da un contesto operativo che rimarrà difficile nella seconda parte dell’anno in alcuni paesi”.

Daniele Chicca 31 Agosto 201714:40

Le Borse europee stanno allungando nel primo pomeriggio, questo il quadro per le piazze principali:

FTSE 100: +0,7% a 7.414 punti
DAX: +0,6% a 12.074
CAC: +0,7% a 5.092
FTSE MIB: +1% a 21.717
IBEX: +0.8% at 10,327
EURO STOXX 600: +0,8% a 374

Daniele Chicca 31 Agosto 201716:01

Nelle prime battute la Borsa americana scambia in progresso ripetendo il ritornello già visto con i mercati europei. Il Dow Jones guadagna lo 0,3% a quota 21.958 punti, mentre l’indice S&P 500 fa +0,2% in area 2.464. Il Nasdaq segna un rialzo del +0,4% a 6.390 punti.

Daniele Chicca 31 Agosto 201716:25

Sul mercato valutario, va male anche alla sterlina e non solo all’euro oggi. La divisa britannica non è stata capace di tenere il livello psicologico di $1,29, pagando i commenti negativi del capo dei negoziati sulla Brexit per l’Ue. Michel Barnier ha detto che le richieste di Londra sul conto per il divorzio sono inaccettabili, in quanto giudicate troppo basse. Le trattative sono in una fase di stallo e la sterlina perde lo 0,4% contro il dollaro a quota $1,2871. Per Barnier “non sono stati fatti progressi decisivi”.

Daniele Chicca 31 Agosto 201716:29

Sul mercato valutario, va male anche alla sterlina e non solo all’euro oggi. La divisa britannica non è stata capace di tenere il livello psicologico di $1,29, pagando i commenti negativi del capo dei negoziati sulla Brexit per l’Ue. Michel Barnier ha detto che le richieste di Londra sul conto per il divorzio sono inaccettabili, in quanto giudicate troppo basse. Le trattative sono in una fase di stallo e la sterlina perde lo 0,4% contro il dollaro a quota $1,2871. Per Barnier “non sono stati fatti progressi decisivi” sulle questioni importanti.

Daniele Chicca 31 Agosto 201716:30

Nelle prime battute la Borsa americana scambia in progresso ripetendo il ritornello già visto con i mercati europei. Il Dow Jones guadagna lo 0,3% a quota 21.958 punti, mentre l’indice S&P 500 fa +0,2% in area 2.464. Il Nasdaq fa un rialzo del +0,4% a 6.390 punti.

Daniele Chicca 31 Agosto 201716:41

Tra le materie prime, i prezzi del petrolio salgono di oltre 2% oggi dopo le notizie secondo cui le maggiori raffinerie petrolifere del Texas dovranno restare chiuse per anche due settimane di tempo a causa dei danni causati dall’uragano Harvey. 

Il contratto WTI guadagna il 2,8% circa mentre il future sul Brent il 2%. Se meno raffinerie sono operative si riduce di conseguenza l’ammontare di petrolio che fa il suo ingresso nel mercato, il che abbassa anche i livelli di offerta. Il calo della produzione conseguente favorisce i prezzi.

Daniele Chicca 31 Agosto 201716:49

L’andamento dell’inflazione Usa a luglio ha deluso le attese, evidenziando una timidezza più accentuata del previsto. Questo potrebbe cambiare i piani della Federal Reserve. L’indice dei prezzi al consumo ‘core’ (quello delle spese al consumo personali che non tiene conto di componenti volatili come cibo ed energia) è salito dell’1,4% su base annuale e di appena lo 0,1% su base mensile.

L’indice è la misura preferita della Fed per sapere a che punto si trova l’inflazione e una lettura deludente del genere non fa che aumentare le possibilità che la banca centrale non si affretti a imporre una stretta monetaria, come promesso, entro fine anno. Le notizie hanno spinto in rialzo i prezzi dei Treasuries Usa: con gli investitori che tornano a fare il loro ingresso nel mercato obbligazionario americano, i rendimenti calano di molto oggi.

Daniele Chicca 31 Agosto 201716:49

Tra le materie prime, i prezzi del petrolio salgono di oltre 2% oggi dopo le notizie secondo cui le maggiori raffinerie petrolifere del Texas dovranno restare chiuse per anche due settimane di tempo a causa dei danni causati dall’uragano Harvey. 

Il contratto WTI guadagna il 2,8% circa mentre il future sul Brent il 2%. Se meno raffinerie sono operative si riduce di conseguenza l’ammontare di petrolio che fa il suo ingresso nel mercato, il che abbassa anche i livelli di offerta. Il calo della produzione conseguente favorisce i prezzi. Per il petrolio ad agosto si preannuncia ciononostante la peggiore prova mensile in più di un anno.

Daniele Chicca 31 Agosto 201717:52

Chiusura positiva per Piazza Affari e per le altre Borse d’Europa.

Daniele Chicca 31 Agosto 201717:53

Il listino Ftse MIB guadagna lo 0,77% in chiusura, in una seduta in cui gli investitori si sono concentrati sulla pioggia di dati macro in arrivo e su alcuni importanti risultati societari. In cima al listino Saipem, in rialzo di oltre il 5% dopo essersi aggiudicata un contratto da 370 milioni di euro. Positiva anche Exor dopo l’upgrade di Kepler Chevreux all’indomani dei conti. Negative Campari, Italgas e Poste.

Daniele Chicca 31 Agosto 201717:53

Le Borse Europee chiudono positive in una giornata scandita dai dati macro. L’Eurostoxx50 chiude a +0,7% con le principali piazze europee in rialzo. In denaro tra le blue chip europee CRH, Essilor e Schneider Electric. In ribasso inditex e Ahold trainate dal ribasso del comparto retail in seguito ai risultati di Carrefour.

Daniele Chicca 31 Agosto 201717:54

Tra gli altri mercati il petrolio Wti si appresta a chiudere il mese di agosto con la peggiore prova mensile da un anno a questa parte. Questo malgrado il rialzo a 47,1 dollari al barile. Il greggio torna a scambiare in positivo dopo le forti perdite di ieri.

Cambio euro dollaro in calo a 1,187 dollari. L’euro è debole, appesantito dalla secondo cui un numero crescente di esponenti del consiglio della Banca centrale è preoccupato dal recente apprezzamento dell’euro. Questo potrebbe quindi rallentare il processo di riduzione dello stimolo monetario.

Daniele Chicca 31 Agosto 201717:54

Tra gli altri mercati il petrolio Wti si appresta a chiudere il mese di agosto con la peggiore prova mensile da un anno a questa parte. Questo malgrado il rialzo a 47,1 dollari al barile. Il greggio torna a scambiare in positivo dopo le forti perdite di ieri.

Cambio euro dollaro in calo a 1,187 dollari. L’euro è debole, appesantito dalla secondo cui un numero crescente di esponenti del consiglio della Banca centrale europea è preoccupato dal recente apprezzamento dell’euro. Questo potrebbe quindi rallentare il processo di riduzione dello stimolo monetario.