Borsa titubante: occhi su Trump, Sudafrica e banche

4 Aprile 2017, di Daniele Chicca

Il clima ottimista delle sale operative di Borsa è messo a dura prova dalla battuta d’arresto degli indici azionari di Wall Street. Pesanti i titoli esposti al mercato sudafricano, dopo che l’agenzia di rating S&P ha declassato il giudizio sulla qualità creditizia del paese a “spazzatura” in seguito al rimpasto di governo. A limitare i cali ci pensano i rialzi del settore delle risorse di base, che hanno un impatto positivo soprattutto alla Borsa di Londra, mentre sul valutario il dollaro recupera terreno in attesa dell’incontro tra il presidente Usa Donald Trump e il suo omologo cinese Xi Jinping.

La Bce, per voce del membro del board Benoit Coeuré, ha avvertito che i mercati sono troppo compiacenti e devono invece prepararsi a un rialzo dei tassi di interesse. La stessa banca centrale dell’area euro ha fatto sapere che le due banche venete in crisi patrimoniale sono solventi, ma hanno bisogno di 6,8 miliardi di euro di capitali freschi. 

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 4 Aprile 20179:54

Avvio incerto per le principali Borse europee con Londra che registra la prova più positiva grazie alla spinta proveniente dal settore delle risorse di base. A Milano esordio senza infamia e senza lode per Unieuro sul segmento dello Star.

Daniele Chicca 4 Aprile 20179:58

Antoine Lesne, head of SPDR ETF research & strategy EMEA presso State Street Global Advisors, ha fatto sapere che i flussi di denaro degli investitori si stanno canalizzando nuovamente nell’azionario. In Europa, per esempio, al momento circa 33 miliardi di dollari sono collocati in fondi comuni della regione.

Di quella somma, $20 miliardi sono investiti nell’azionario mentre 9 miliardi nel reddito fisso, che registra quindi tuttora una buona domanda. È interessante notare come molti dei soldi che sono finiti nell’obbligazionario sono stati puntati nei mercati emergenti e il Sudafrica, appena declassato a junk da S&P, è chiaramente una delle economie più importanti dell’area.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:04

Antoine Lesne, head of SPDR ETF research & strategy EMEA presso State Street Global Advisors, ha fatto sapere che i flussi di denaro degli investitori si stanno canalizzando nuovamente nell’azionario. In Europa, per esempio, nel primo trimestre circa 34,33 miliardi di dollari sono stati collocati in fondi comuni della regione.

Di quella somma, $20 miliardi sono investiti nell’azionario mentre 9 miliardi nel reddito fisso, che registra quindi tuttora una buona domanda. È interessante notare come molti dei soldi che sono finiti nell’obbligazionario sono stati puntati nei mercati emergenti e il Sudafrica, appena declassato a junk da S&P, è chiaramente una delle economie più importanti dell’area.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:06

Tornando all’esordio di Unieuro, i titoli sono stati collocati a 11 euro, con uno sconto rispetto alla forchetta di 13-16,5 euro prevista inizialmente. Nelle prime negoziazioni il titolo della catena di elettronica fondata da Paolo Farinetti è rimasto invariato, con qualche flessione in negativo nei primi minuti dopo l’avvio. Unieuro ha collocato sul mercato 6,36 milioni di azioni, per un flottante del 31% che potrebbe salire al 35% se verrà esercitata la green-shoe. L’azienda capitalizza oggi 220 milioni e distribuirà a settembre una cedola del 9%.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:29

Si prendono una pausa i titoli di Brembo che dopo aver toccato ieri i massimi a 71,80 euro oggi retrocedono in facendo peggio del resto del mercato italiano (-0,85% a 70,10 euro contro il computo di -0,23% dell’indice Ftse MIB). Performance negativa anche per Unicredit, che con un ribasso di quasi l’1% scende sotto quota 14 euro.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:39

Sul valutario lo yen, favorito dalla crescita dell’avversione al rischio, attira acquirenti, mentre il dollaro si rafforza mentre cresce l’attesa per l’incontro tra il presidente Usa Trump e la controparte cinese Xi. Il cambio euro yen ha rotto i minimi dell’anno a quota 118,30 e si è spinto questa mattina sotto quota 118. Il cross dollaro/yen è invece tornato in prossimità di area 110. Il tasso di cambio euro dollaro si mantiene a ridosso del supporto in area 1,0650, “la cui rottura potrebbe aumentare le probabilità di una discesa verso area 1,05”, secondo gli analisti di MPS Capital Services.

Sul fronte dei mercati emergenti, non si arrestano le vendite sul rand sudafricano sfavorito dal taglio del rating da parte di S&P. Questa notte da segnalare il deprezzamento del dollaro australiano dopo che la RBA ha confermato il tasso all’1,5%, segnalando però la debolezza dal mercato del lavoro.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:41

I dati pessimi delle immatricolazioni di auto in Usa hanno favorito un ritorno dell’interesse per l’obbligazionario da ieri, specialmente negli Stati Uniti. A beneficiarne sono stati soprattutto i titoli con rendimenti a lungo termine della curva. Gli operatori stanno continuando a mettere in discussione l’efficacia delle manovre promesse dall’amministrazione Trump.

Il ragionamento, spiegano da MPS, è il seguente: “se l’industria dell’auto manifesta difficoltà, quali effettivi benefici potrà portare la politica di incentivo al rimpatrio della produzione negli Usa?” In area euro il movimento al ribasso dei tassi è stato analogo, ma leggermente meno pronunciato.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:42

I dati pessimi delle immatricolazioni di auto in Usa hanno favorito un ritorno dell’interesse per l’obbligazionario da ieri, specialmente negli Stati Uniti. A beneficiarne sono stati soprattutto i titoli con rendimenti a lungo termine della curva. Gli operatori stanno continuando a mettere in discussione l’efficacia delle manovre promesse dall’amministrazione Trump.

Il ragionamento, spiegano da MPS, è il seguente: “se l’industria dell’auto manifesta difficoltà, quali effettivi benefici potrà portare la politica di incentivo al rimpatrio della produzione negli Usa?” In area euro il movimento al ribasso dei tassi è stato analogo, ma leggermente meno pronunciato.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:47

Le indiscrezioni su un nuovo tentativo di acquisto di Stx France spingono al rialzo i titoli Fincantieri, che si mettono in luce a Piazza Affari in una seduta sottotono per l’azionario italiano. Secondo La Repubblica il gruppo starebbe studiando una nuova offerta più flessibile per arrivare a un accordo e sbloccare l’acquisto di Stx France. L’ipotesi sarebbe quella di uno scambio azionario con il colosso militare Dcns e una governance condivisa così da convincere il governo francese a creare un campione europeo del settore.

Daniele Chicca 4 Aprile 201710:53

A Piazza Affari pesa un report di Citigroup che circola stamani e nel quale viene citato un possibile ’rischio di bolla” sul mercato azionario italiano, causato dalle incertezze politiche e dalla partenza dei PIR, i piani individuali di risparmio che andranno a canalizzare ingenti quote del risparmio privato degli italiani nelle small cap di Borsa.

Daniele Chicca 4 Aprile 201711:06

A Piazza Affari pesa un report di Citigroup che circola stamani e nel quale viene citato un possibile ’rischio di bolla” sul mercato azionario italiano, causato dalle incertezze politiche e dalla partenza dei PIR, i piani individuali di risparmio che andranno a canalizzare ingenti somme del risparmio privato degli italiani nelle small cap di Borsa.

Daniele Chicca 4 Aprile 201712:56

Il nuovo ministro sudafricano delle Finanze ha tentato di rassicurare i mercati e i suoi tentativi hanno migliorato la performance del rand sul valutario. Malusi Gigaba ha detto che vuole un cambiamento radicale e che intende accelerare il processo di riforme delle società a controllo statale e che ha discusso con Moody’s e Fitch sul suo ruolo, sul programma politico e sul rimpasto di governo.

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:18

Per restare in tema, ecco secondo gli schermi della CNBC, le prove dei titoli dei gruppi europei maggiormente esposti al Sudafrica:

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:19

L’indice del settore bancario europeo è in calo di più di mezzo punto percentuale a metà seduta.

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:19

In controtendenza si muovono risorse di base, petroliferi e media:

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:20

I petroliferi sono favoriti dall’andamento positivo del greggio:

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:21

Tra un paio d’ore Wall Street apre i battenti e la variazione percentuale per gli indici di Borsa dovrebbe essere negativa dello 0,3% a giudicare dalla performance dei contratti futures.

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:26

I futures sui principali indici della Borsa Usa calano dopo che Wall Street ieri ha chiuso sotto la media mobile a 50 giorni, con gli investitori consapevoli dei rischi legati all’economia mondiale e in particolare all’incertezza di vedere materializzarsi le misure di stimolo fiscale promesse da Trump. 

L’indice allargato S&P 500 ha perso terreno ieri mentre il calo dei rendimenti dei bond ha pesato su banche ed energia. Sempre sull’obbligazionario i bond governativi denominati in rand sudafricani rendono il 5%.

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:26

Dopo i dati sulle immatricolazioni molto deludenti pubblicati dalle grandi case automobilistiche Usa ieri, l’azionario è in difficoltà anche nella seconda seduta del trimestre. Gli ordini di vendita si sono visti fin dalla prima mattina asiatica e il settore automobilistico è il più pesante in Europa. L’oro si rafforza e il dollaro continua a guadagnare sulle principali valute rivali, pur perdendo terreno nei confronti dello yen. Il rand paga il declassamento del rating del paese a junk.

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:27

I futures sui principali indici della Borsa Usa calano dopo che Wall Street ieri ha chiuso sotto la media mobile a 50 giorni, con gli investitori consapevoli dei rischi legati all’economia mondiale e in particolare all’incertezza di vedere materializzarsi le misure di stimolo fiscale promesse da Trump. 

L’indice S&P 500 ha perso terreno ieri con il calo dei rendimenti dei bond che ha pesato su banche ed energia. Sempre sull’obbligazionario i bond governativi denominati in rand sudafricani rendono il 5%.

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:27

I futures sui principali indici della Borsa Usa calano dopo che Wall Street ieri ha chiuso sotto la media mobile a 50 giorni, con gli investitori consapevoli dei rischi legati all’economia mondiale e in particolare all’incertezza di vedere materializzarsi le misure di stimolo fiscale promesse da Trump. 

L’indice S&P 500 ha perso terreno ieri con il calo dei rendimenti dei bond che ha pesato su banche ed energia. Sempre sul reddito fisso i bond governativi denominati in rand sudafricani rendono il 5%.

Daniele Chicca 4 Aprile 201713:33

I timori che l’economia americana stia perdendo slancio sono tornati a farsi sentire nelle sale operative, riducendo l’appetito per il rischio. Per parafrasare gli analisti di Societe Generale, improvvisamente il mercato azionario si trova intrappolato in un nervosismo alimentato dalle incertezze politiche ed economiche. Gli investitori non vogliono correre rischi prima di vedere come andrà l’incontro tra Trump e Xi previsto per venerdì e sabato.

L’analista Kit Juckes spiega che gli investitori continuano a ignorare il fatto che l’S&P 500 scambi vicino ai massimi di sempre e che invece non riescono a liberarsi di quella sensazione che qualcosa potrebbe andare storto, a cominciare dalla reazione negativa ai dati sulle vendite di auto Usa, che di solito non provocano scossoni sui mercati. Ma una performance sottotono del genere è bastata per spingere in ribasso i rendimenti dei Treasuries e impattare negativamente anche sulle banche. La performance degli indici di Wall Street è tuttora molto positiva nel 2017.

Daniele Chicca 4 Aprile 201714:07

Oggi i prezzi dei Btp salgono, con il mercato dei bond governativi italiano che è tra i migliori di seduta. Il merito va all’ottimismo sulla vicenda delle due banche venete. La Commissione Ue, intenta in “colloqui costruttivi” con le autorità italiane, ha fatto sapere che può essere trovata una soluzione per mettere in sicurezza Pop Vicenza e Veneto Banca.

La crisi del settore bancario italiano, dice a Reuters lo strategist di DZ Bank Daniel Lenz, è “una storia che sembra non finire mai, pertanto una qualsiasi notizia che fa pensare a un via libera agli aiuti pubblici riduce il rischio di uno sviluppo più negativo” che potrebbe dare il la a una crisi bancaria maggiore.

Daniele Chicca 4 Aprile 201716:00

Come da attese, l’apertura è sottotono per Wall Street.

Daniele Chicca 4 Aprile 201716:10

Il dollaro Usa consolida i rialzi dopo la pubblicazione degli ultimi dati sulla bilancia commerciale, che si è ristretta più del previsto in febbraio. Il deficit di $43,6 miliardi registrato è il più contenuto da ottobre. Lieve l’impatto del dollaro più debole a inizio anno. La voce delle importazioni è scesa dell’1,8% mentre le esportazioni sono aumentate dello 0,2%. Se si guarda alla variazione su base annuale, il deficit con la Cina è in calo del 4,9% da inizio anno.

Daniele Chicca 4 Aprile 201716:23

Tra gli altri mercati, favorito dalle incertezze politiche ed economiche e da un dollaro tutto sommato poco ispirato l’oro scambia in rialzo ai massimi di un mese. Gli ultimi dati macro hanno reso meno probabile un rialzo imminente dei tassi in Usa.

In marzo l’indice ISM dell’attività nazionale nelle fabbriche è sceso a 57,2 punti dai 57,6 di febbraio, mentre le case automobilistiche più grandi del paese hanno registrato un calo delle vendite di vetture dell’1,6% il mese scorso.

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:40

La prova della Borsa Usa sta migliorando con il passare degli scambi.

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:42

L’azionario europeo è riuscito a chiudere in positivo una seduta nervosa, appesantita per gran parte degli scambi dai cali dei settori bancario e automobilistico.

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:42

La prova della Borsa Usa migliora con il passare degli scambi.

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:43

Anche Piazza Affari chiude sopra la parità, anche se di poco. Il listino FTSE Mib segna un progresso del +0,07%. In cima al listino si collocano Unipol (+1,94%), Prysmian (+1,83%) e Moncler(+1,69%). Vendite invece su Saipem (-2,96), Telecom (-2,65) e A2A (-2,97%).

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:43

L’indice paneuropeo Eurostoxx50 chiude a +0,16%. In rialzo di oltre l’1% solo LVMH, Total e Vivendi Acquisti anche su Adidas, Inditex e CRH In calo i titoli del comparto automobilistico tedesco, nel giorno dei dati sulle immatricolazioni auto in Germania. Giù anche SoGen, Deutsche Bank e Ahold.

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:44

Tra gli altri mercati, sul fronte materie prime, il contratto sul petrolio Wti è in rialzo a quota USD50,9 al barile, virando dopo una mattinata al ribasso. Secondo gli analisiti i tagli alla produzione innescheranno un calo nelle scorte di greggio dei paesi Ocse e prezzi più alti.

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:44

Sul valutario, non si segnalano grandi sbalzi. il cross euro dollaro quota $1,066, con un andamento sostanzialmente stabile, mentre le tensioni per il duplice attentato a San Pietroburgo di ieri e in vista dell’incontro tra Donald Trump e il presidente della Cina spingono gli investitori verso la valuta rifugio giapponese.

Daniele Chicca 4 Aprile 201717:45

Sul valutario, non si segnalano grandi sbalzi. il cross euro dollaro quota $1,066, con un andamento sostanzialmente stabile, mentre le tensioni per il duplice attentato a San Pietroburgo di ieri e in vista dell’incontro tra Donald Trump e il presidente della Cina spingono gli investitori verso la valuta rifugio giapponese, lo yen.