Borsa Milano giù, si teme flop aumento Veneto Banca

8 Giugno 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – Seduta difficile per i listini azionari europei dopo i rialzi decisi della giornata precedente. Ieri sera la Banca Mondiale , citando anche la crisi del petrolio, ha tagliato le stime di crescita per l’economia mondiale alla luce di una attività anemica nei Paesi sviluppati e di un rallentamento delle economie emergenti. Secondo le sue nuove proiezioni, il Pil globale dovrebbe aumentare quest’anno soltanto del 2,4%, contro il +2,9% previsto a gennaio.

Oggi sul fronte macro l’attenzione è rivolta alla produzione industriale britannica, mentre in ambito di notizie societarie il focus è sull’aumento di capitale da 1 miliardo di euro di Veneto Banca approvato dalla Consob e finalizzato all’ingresso in Borsa.

Il mercato vuole vedere se sarà l’ennesimo flop oppure no. Occhi puntati anche su Generali, favorita dalla promozione a Buy degli analisti di Ubs. A Piazza Affari, ancora una volta osservate speciali sono state comunque le banche, con Unicredit, orfana di un nuovo AD dopo l’era di Federico Ghizzoni, ancora penalizzata. Il titolo ha ceduto -4,5%. Male anche il comparto delle popolari.

In Asia l’accelerazione al rialzo più decisa del previsto dell’economia giapponese, la terza al mondo, ha sospinto in rialzo le principali Borse della regione.

Tokyo ha chiuso con un progresso del +0,93%. Tra gli altri mercati, i prezzi del greggio scambiati a New York hanno superato la soglia di $51 al barile, balzando ai massimi in più di dieci mesi, complice anche il miglioramento della domanda proveniente dalla Cina.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 8 Giugno 20169:40

Piazza Affari ha aperto in calo di mezzo punto percentuale, con il listino Ftse MIB che ha bucato al ribasso quota 17.900. In avvio Unicredit e Exor perdono più del 2%. In controtendenza si segnalano Saipem, che allunga la striscia positiva, e Generali, favorita dalla promozione a Buy di Ubs.

Daniele Chicca 8 Giugno 20169:42

Le quotazioni del petrolio sui mercati americani e inglesi scambiano sopra i 50 e 51 dollari al barile, rispettivamente, dopo che le scorte Usa si sono ristrette e dopo che le importazioni di greggio sono salite più del previsto in Cina.

Daniele Chicca 8 Giugno 20169:44

Le Borse europee non riescono a estendere i convincenti guadagni di ieri, ma per il mercato obbligazionario oggi è un giorno positivo, con la Bce che darà il via ufficiale al programma di acquisto di bond societari, nell’ambito del suo piano di Quantitative Easing.

Daniele Chicca 8 Giugno 20169:46

Sul valutario occhio ai movimenti del franco svizzero, che ha iniziato a cedere quota nei confronti dell’euro dopo la pubblicazione dei dati sull’inflazione. La moneta unica guadagna lo 0,15% a 1,0975 franchi.

I prezzi al consumo sono cresciuti la metà del previsto (+0,1% a fronte delle stime per un aumento del +0,2%). Su base annuale l’indice CPI si è contratto dello 0,4%, in linea con le attese.

Daniele Chicca 8 Giugno 20169:48

Piazza Affari ha aperto in calo di mezzo punto percentuale, con il listino Ftse MIB che ha bucato al ribasso quota 17.900. In avvio Unicredit e Exor perdono più del 2%. In controtendenza si segnalano FCA, Saipem, che allunga la striscia positiva, e Generali, favorita dalla promozione a Buy di Ubs.

Daniele Chicca 8 Giugno 201610:00

Alert sul mercato obbligazionario: nel giorno del lancio ufficiale del programma di acquisto di bond societari da parte della Bce, il rendimento del titolo tedesco a 5 anni ha appena toccato il livello più basso della sua storia a -0,423%.

Daniele Chicca 8 Giugno 201610:47

L’esito della riunione di politica monetaria della Federal Reserve della settimana prossima e il risultato del referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Ue il 23 giugno sono i due appuntamenti più attesi dai mercati finanziari. A questi si aggiunge il voto della corte costituzionale tedesca sul programma Omt di Draghi e le elezioni anticipate in Spagna. A Piazza Affari sono deboli i titoli bancari, Exor, Anima, Stm e Yoox. Tengono invece Generali, Tecom, Buzzi e Ferrari.

Daniele Chicca 8 Giugno 201612:42

Mentre il petrolio si rafforza, consolidando le posizioni sui massimi di otto mesi, l’andamento dei futures sui principali indici della Borsa americana fanno presagire un avvio di seduta in moderato progresso.

Daniele Chicca 8 Giugno 201612:53

Tra le protagoniste a Piazza Affari c’è Generali: il titolo guadagna circa l’1% a Piazza Affari spinta dal Buy di Ubs che ha anche portato il prezzo obiettivo a 14,5 euro dal precedente 13,6. L’agenzia Reuters ha pubblicato indiscrezioni secondo cui la Bce ha acquistato sul mercato secondario almeno due bond assicurativi senior del gruppo Generali sulle scadenze 2020 e 2024.

Daniele Chicca 8 Giugno 201612:58

Si schiariscono le nubi dei cieli della indebitata Grecia. Dopo che la Germania ha inviato una lettera alla Commissione europea in cui la esorta a erogare 10 miliardi di aiuti alla Grecia, il commissario agli Affari Economici, una sorta di ministro delle Finanze dell’organo esecutivo europeo, ha detto che l’UE ha fiducia che Atene farà abbastanza progressi sulle riforme per ottenere la nuova tranche di finanziamenti.

Le dichiarazioni di Pierre Moscovici giungono una settimana prima che i ministri delle finanze della zona euro si riuniscano, il prossimo 16 giugno, per decidere se sbloccare o meno i finanziamenti pari a 10,3 miliardi di euro in diverse tranche previsti dal piano di salvataggio.

Laura Naka Antonelli 8 Giugno 201617:49

L’indice Ftse Mib ha concluso la giornata di contrattazioni in calo -0,37%, a quota 17.909 punti. 

Laura Naka Antonelli 8 Giugno 201618:15

Tra i titoli scambiati sul Ftse Mib, banche sotto pressione, con Unicredit -4,57%, Ubi Banca -3,52%, Mediobanca -1,27%, Banco Popolare -3%, Bper -3,21%, Mps -1,95%, BPM -2,05%, Tra i titoli di altri settori Saipem +4,87%, Luxottica -1,22%, Stm -2,71%, FCA -0,62%, Exor -1,10%, Generali +1,89%.