Blockchain: per Deloitte tra i ‘Tech Trend 2022’

14 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Blockchain: per Deloitte tra i ‘Tech Trend 2022’

di Daniela La Cava

Cosa è accaduto nel 2021 nel mondo Blockchain? E quali sono le ultime novità tecnologiche in questo ambito? Sono solo due quesiti, ma potrebbero essercene molti altri, in un settore che ha i fari dei media puntati e che sta attirando anche l’attenzione delle istituzioni e del mondo finanziario.

Oggi si sente sempre più parlare della tecnologia Blockchain, anche se spesso regna un po’ di confusione su quale sia la sua corretta definizione. Vale la pena ricordare, sintetizzando, che si tratta di un insieme di tecnologie, in cui il registro (o ledger) è strutturato come una catena di blocchi contenenti le transazioni e il consenso è distribuito su tutti i nodi della rete. Questa tecnologia è sempre associata al nome delle criptovalute, e più precisamente a quella del Bitcoin che è stata la prima tra le cripto ad avvalersi del registro distribuito.

Come rimarcano anche dall’Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger, questo settore si sta evolvendo sempre più velocemente e attraverso le più differenti applicazioni: dalle criptovalute ai non-fungible token (NFT, in italiano token non fungibili), passando per il DeFi. Le criptovalute, forti delle performance record del bitcoin, ma anche gli NFT hanno destato un forte interesse da parte del mondo delle imprese.

Blockchain, per Deloitte è un ‘Tech Trend 2022’. Di fatto, le piattaforme Blockchain stanno cambiando radicalmente il modo di fare business. Proprio la blockchain è una delle tematiche trattate nel 13esimo rapporto annuale sui Tech Trends di Deloitte fornisce approfondimenti sul mondo digitale.

“Grazie alla promessa di transazioni più sicure ed efficienti, il settore dei servizi finanziari ha aperto la strada all’utilizzo della blockchain e di altre piattaforme Distributed Ledger Technology (DLT)”, spiegano da Deloitte.

Di fatto, come emerge nella “Deloitte’s 2021 Global Blockchain Survey”, i leader nel settore dei servizi finanziari (Fsi) vanno in questa direzione tanto da definire gli asset digitali come una priorità strategica attuale e futura: secondo quasi l’80% degli intervistati, infatti, i digital asset saranno molto importanti nei rispettivi settori nei prossimi 24 mesi.
Tra i singoli comparti, secondo alcune analisi, è proprio il settore bancario a guidare l’adozione della blockchain, seguito da telecomunicazioni, media e entertainment; manifatturiero; assistenza sanitaria ma anche retail e consumer goods; e infine a livello governativo.

“Molti imprenditori e start up si stanno mettendo al lavoro per identificare potenziali utenti per sviluppare e attrarre investitori per nuovi modelli di business basati sulla blockchain e altri DLT”, affermano da Deloitte.

Guardando avanti, visto che sempre più organizzazioni sfruttano la blockchain e altre piattaforme DLT per generare nuovo valore aziendale, il loro compito principale sarà quello di cercare di capire quali piattaforme e protocolli siano più rilevanti per i loro settori e casi d’uso.
“Alla fine, per supportare le trasformazioni che stanno interessando l’industria (trasformazioni che proprio queste tecnologie e piattaforme porteranno), le organizzazioni possono cercare di coltivare un senso di urgenza nel migliorare o nell’apportare modifiche ai processi aziendali e nel sostenere le capacità di gestione dei cambiamenti”, concludono da Deloitte.

Un evento da non perdere

“Blockchain: the road to the next web revolution”. Questo il titolo della ricerca dell’Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger della School of Management del Politecnico di Milano che verrà presentata venerdì 21 gennaio. Il convegno, a cui prenderà parte anche Paolo Gianturco, Business Operations and Fintech leader di Deloitte Consulting, avrà l’obiettivo di presentare le principali novità del mondo Blockchain e di individuare le future evoluzioni in Italia e nel mondo.

In vista dell’evento dall’Osservatorio sottolineano quanto le criptovalute abbiano ormai l’attenzione anche degli attori tradizionali del mondo finanziario e dei pagamenti, che stanno valutando di integrarle nella propria offerta sia come forma di pagamento sia come forma di investimento. Nel 2021 è esploso anche il fenomeno degli NFT: token unici utilizzati come strumento per rappresentare una prima versione di proprietà privata digitale e che potranno essere sfruttati anche nel “metaverso”, trend recente ma che sta generando un’accesa discussione nel settore.

Altre informazioni sono disponibili alla pagina dell’evento (clicca qui)